Glocal news
Eccellenza enogastronomica

Asta del tartufo: il più caro venduto a 103mila euro (e la gaffe di Iacchetti)

Il noto conduttore di Striscia la Notizia ha fatto involontariamente cadere dal vassoio il primo lotto, battuto poi per 5mila euro.

Glocal news 15 Novembre 2021 ore 15:26

L'evento piemontese, tornato in presenza al Castello di Grinzane Cavour e seguito con collegamenti da tutto il mondo anche in remoto da Dubai, Mosca, Honk Kong e Singapore, ha raccolto una somma di 457mila euro. Ma tra tutti i tartufi, a prendersi il centro della scena è stata la gaffe del presentatore dell'asta, il noto conduttore televisivo Enzo Iacchetti.

Asta del tartufo bianco: il tubero più ambito venduto a 103mila euro

Una delle specialità enogastronomiche italiane più ambite in tutto il mondo. Come raccontato da Prima Cuneo, nel corso di domenica 14 novembre 2021, al Castello di Grinzane Cavour, è andata in scena la 22esima asta mondiale del tartufo bianco di Alba.

Il grande appuntamento, organizzato dall’Enoteca Piemontese Cavour, grazie al prezioso supporto della Regione Piemonte e dell’Ordine dei Cavalieri del Tartufo, ha dunque visto protagonista il tuber magnatum pico, il più prezioso tra i frutti della terra, conteso a colpi di rilanci. L'evento di quest'anno, dopo la versione "online" del 2020 causa Covid-19, ha visto grande partecipazione in presenza, ma è stato anche caratterizzato da collegamenti da tutto il mondo in remoto da Dubai, Mosca, Honk Kong e Singapore.

Nella prestigiosa location del Castello di Grinzane Cavour, maniero che fu del conte Camillo Benso, è stata raggiunta una somma record: il lotto finale, con una trifola da 830 grammi, un imprenditore cinese innamorato dell’Italia, dove verrà prossimamente a sposarsi, per la ragguardevole cifra di 103.000 euro. Nel corso dell'asta sono stati messi all’incanto altri tre splendidi esemplari di Tartufo Bianco d’Alba, rispettivamente da 230, 250 e 400 grammi, aggiudicati a un imprenditore danese e due imprenditori italiani. In tutto sono stati raccolti ben 457.000 euro per la solidarietà promossa dall'evento.

La gaffe di Iacchetti

IL VIDEO DELLA GAFFE DI IACCHETTI:

Ad aprire l’evento, i soprani Sang Eunkim e Hyunjeong Lee, accompagnate dall’arpa di Elena Piva, sotto la direzione artistica del maestro Giuseppe Nova, hanno dato un tocco in più all'evento. Belle ragazze in costumi tradizionali d'epoca hanno poi portato fisicamente i preziosi tuberi ai banditori, d'eccezione per l'occasione: il giornalista e scrittore Paolo Vizzari e i conduttori televisivi Caterina Balivo e Enzo Iacchetti.

Quest'ultimo, nel corso dell'asta, è stato protagonista di una spiacevole gaffe: mentre stava girando per la sala con in mano il vassoio su cui era poggiato il primo lotto, battuto poi a più di 5mila euro, lo storico conduttore di Striscia la Notizia ha fatto cadere involontariamente il tartufo bianco a terra. Iacchetti, in evidente difficoltà dopo quanto accaduto, ha cercato di stemperare l'imbarazzo dicendo al vincitore:

"Se vuole raccogliamo anche la polvere, lei è talmente un uomo di classe che il tartufo sarà più buono degli altri".

C'è anche il Barolo

Degna di nota, in aggiunta, nell’àmbito dell’iniziativa proposta dalla Fondazione Crc Donare, rappresentata dal vicepresidente della Fondazione Ezio Raviola, l’assegnazione dell’ultimo lotto dell’asta dei vini preziosi, una barrique di Nebbiolo dalla quale nel 2024 si ricaveranno circa trecento bottiglie di pregiato Barolo. A portarsi a casa la prestigiosa botte in rovere (per la bella cifra di 60.000 euro) un altro facoltoso cinese, di Hong Kong.