Il commento

Jessica Costanzo: "Le scelte sbagliate del Governo tra giustizia, green pass e Gigafactory"

Le riflessioni della deputata torinese di "L'Alternativa c'è" sulle crisi aziendali che colpiscono il nostro territorio, la riforma della giustizia, il green pass e la cybersecurity. 

Glocal news 03 Agosto 2021 ore 10:06

Le riflessioni della deputata torinese Jessica Costanzo sulle crisi aziendali che colpiscono il nostro territorio, la riforma della giustizia, il green pass e la cybersecurity. L'esponente di "L'Alternativa c'è" spiega le battaglie più importanti portate avanti durante il mese di luglio.

Jessica Costanzo: "Draghi dimentica il Torinese"

"Ho scritto a Conte per i lavoratori ex Embraco"

Afferma l'onorevole Costanzo: "Cinque governi, cinque ministri e tutti i colori politici: zero soluzioni. Questa è la descrizione in pillole della crisi dei lavoratori ex Whirlpool, ex Embraco, ex Ventures e a quanto detto dal ministro Giorgetti anche ex Italcomp, progetto che a detta sua non vedrà mai la luce. Facile chiamarli ex, ma restano sempre loro: lavoratrici e lavoratori, donne e uomini, mogli e mariti, madri e padri".

Jessica Costanzo: "La riforma della giustizia è uno scempio"

Per la deputata torinese "il compromesso trovato sull'in-giustizia è il peggiore possibile: questa riforma in molti casi garantisce impunità per criminali".

Jessica Costanzo: "No a questo green pass"

Per Jessica Costanzo "è folle pensare di concepire lo strumento del green pass incentrandolo praticamente solo sull'avvenuta vaccinazione. Di fatto significa obbligare i cittadini italiani a doversi vaccinare per poter anche solo prendere un caffè o mangiare una pizza. Una contrazione inedita di diritti e libertà fondamentali che non sarebbe neanche giustificata dalla certezza di essere immuni o di non poter portare il virus in giro".

Forte opposizione contro il provvedimento sulla cybersecurity