Altro
In consiglio

Slitta al 2021 il trasferimento degli studenti della scuola primaria di Pont

Lo ha ufficializzato il sindaco Paolo Coppo durante il consiglio comunale.

Slitta al 2021 il trasferimento degli studenti della scuola primaria di Pont
Altro Alto Canavese, 07 Giugno 2020 ore 12:27

Slitta al 2021 il trasferimento degli studenti della scuola primaria di Pont. Lo ha ufficializzato il sindaco Paolo Coppo durante il consiglio comunale.

Slitta al 2021 il trasferimento degli studenti

L’importante novità relativa al nuovo polo scolatico è stata ufficializzata dal sindaco Paolo Coppo nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, convocata giovedì 28 maggio nel salone polivalente, per garantire il distanziamento imposto dall’emergenza Covid19: slitta al 2021 il trasferimento degli allievi della scuola elementare nell’edificio dell’attuale scuola media. . Per la verità anche in questa occasione, nonostante l’appello a partecipare rivolto dal primo cittadino, la partecipazione del pubblico è stata ridotta, con appena 8 presenti. «L’emergenza Covid19 ha creato non poche difficoltà alle Amministrazioni sulla gestione del presente e molte perplessità per il futuro, in particolare la scuola – ha dichiarato il sindaco per spiegare la scelta del suo gruppo - e il mandato delle Amministrazioni comunali e regionali, ora in scadenza, è stato prolungato di alcuni mesi. Questo allungamento ci consente di rilanciare sull’edilizia scolastica con l’attivazione di un ulteriore fondamentale intervento sulla sicurezza delle scuole. Considerato che l’indice di sismicità della zona di Pont è sceso da 4 a 3, pur non essendoci obbligo, l’Amministrazione ha affidato pertanto la progettazione per l’adeguamento sismico dell’attuale scuola media, in seguito destinata a ospitare gli alunni delle elementari. La scelta comporta un prolungamento di sei mesi per lo spostamento delle elementari, previsto per questa estate, per cui il prossimo anno scolastico rimarranno ancora nell’attuale scuola, mentre il trasferimento delle medie nella nuova struttura avverrà regolarmente nei mesi a venire».

Le polemiche dell'opposizione

«Si tratta dell’ennesimo pasticcio nel pasticcio della scuola nuova - ha ribattuto il consigliere di opposizione Pier Mauro Rolando - Perché non si è pensato di effettuare l’intervento nei 4 anni precedenti? Mi sembra che si tratti di una presa in giro, una cosa abbastanza vergognosa. E’ chiaramente una scusa. Saremo l’unico paese ad avere più scuole elementari e neanche una che si possa utilizzare».

Approvazione del bilancio

All’ordine del giorno figurava pure l’approvazione del bilancio consuntivo. Fra le uscite elencate dal sindaco molte spese per investimenti, fra cui 30 mila euro per asfaltatura e manutenzioni strade, 100 mila rifacimento servizi igienici e progetto preliminare per valutazione sismica della scuola media, 15 mila 700 per l’ampliamento della videosorveglianza, 50 mila per la sistemazione dei marciapiedi dal ponte Feiteria a piazza Europa, 17 mila per ultimare i lavori della conceria, 26 mila e 500 euro per impianto irrigazione e rifacimento del manto erboso al campo sportivo, 21 mila per il ripristino dell’antico cimitero di Santa Maria, 30 mila per l’acquisto e la riqualificazione dell’area adiacente al Municipio e 45 mila euro per il rifacimento della piazza del Comune. «Al netto di tutti questi investimenti e delle spese per il funzionamento dell’ente – ha concluso Coppo - il bilancio 2019 si chiude con un avanzo di amministrazione utilizzabile di 310.000 euro. Le scelte possono essere condivise o meno, ma le risorse del Comune sono state ben amministrate».