Attualità
mobilità sostenibile

A Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo i nuovi bike box finanziati da Città Metropolitana

Presentato anche il servizio di car sharing CinQue che 5T sta sperimentando nei tre paesi.

A Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo i nuovi bike box finanziati da Città Metropolitana
Attualità Castellamonte, 09 Dicembre 2022 ore 05:19

A Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo sono entrati in funzione tre nuovi Bike Box realizzati nell’ambito del progetto "Parcheggi di interscambio per la mobilità ciclabile" della Città Metropolitana di Torino.

Nuovi bike box

I nuovi Bike Box e il servizio che assicurano ai ciclisti sono stati presentati nel Municipio di Castellamonte dal sindaco Pasquale Mazza, nella sua veste di Consigliere metropolitano delegato ai trasporti, alla pianificazione territoriale, alla difesa del suolo e alla Protezione Civile. Alla conferenza stampa erano presenti i sindaci di Cuorgnè e Lanzo, Giovanna Cresto e Fabrizio Vottero Bernardina. Ai giornalisti è stato inoltre annunciato che Beppe Pezzetto, già sindaco di Cuorgnè, sarà il nuovo Presidente della società 5T, una srl a totale partecipazione pubblica che propone soluzioni di mobilità innovative, con l’obiettivo di rendere più sostenibili i sistemi di trasporto individuali e collettivi. Come avviene già da alcuni mesi a Venaria, i Bike Box possono essere utilizzati liberamente senza costi e chiusi mediante un lucchetto personale. Nel corso della conferenza stampa è stato anche presentato il servizio di car sharing CinQue che 5T sta sperimentando a Castellamonte, Lanzo e Cuorgnè e si è fatto il punto sull’attuazione dei progetti di car pooling previsti nell’ambito del PUMS, il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile.

Le parole del sindaco Mazza

“I Bike Box di Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo vengono installati anche in Comuni esterni all’area metropolitana torinese proprio per promuovere in territori a domanda debole una mobilità sostenibile, ecologica ed economica; tutto questo nell’ambito del PUMS. - sottolinea il Consigliere metropolitano Pasquale Mazza – Il nostro Ente è attualmente mobility manager per circa 90 Comuni del territorio della Città Metropolitana e svolge un lavoro di coordinamento delle iniziative di promozione della mobilità sostenibile”. “Faremo di tutto nei prossimi anni per promuovere questo modello di mobilità. - prosegue il Consigliere Mazza – Il PUMS è un piano dinamico e terrà conto dei risultati di queste sperimentazioni. Nel frattempo, la Città Metropolitana sta partecipando a bandi europei e nazionali per finanziare le iniziative di promozione della mobilità sostenibile”.

Le parole del Presidente di 5T Pezzetto

“Quello dei bike box e del car sharing a Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo è un progetto-pilota importante, che ci consentirà di capire come si possono supportare realtà montane e pedemontane nel cambiamento di paradigma della mobilità, che deve essere sempre più sostenibile. - sottolinea il Presidente di 5T, Beppe Pezzetto – La nostra società ha una storia importante di raccolta e digitalizzazione di dati e informazioni sui flussi della mobilità. I risultati della sperimentazione a Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo saranno importanti ai fini dell’espansione dei servizi in territori più ampi”.

Seguici sui nostri canali