Attualità
covid a scuola

Aumentano ancora i contagi nelle scuole: 3 focolai e 55 classi in quarantena a Torino

In Piemonte, nella settimana dall’8 al 14 novembre, le classi in quarantena sono passate da 200 a 234.

Aumentano ancora i contagi nelle scuole: 3 focolai e 55 classi in quarantena a Torino
Attualità Torino, 17 Novembre 2021 ore 15:44

Dal monitoraggio condotto dalla Regione Piemonte, nella settimana 8-14 novembre, la situazione del contagio nelle scuole registra un aumento dei focolai e delle quarantene, in linea con l’andamento generale della pandemia, ma sempre in misura molto contenuta rispetto alla totalità delle classi scolastiche presenti sul territorio piemontese.

Aumentano ancora i contagi nelle scuole

Nel dettaglio, i focolai passano da 28 a 45: 0 nei nido (età 0-2 anni), 2 nelle scuole dell’infanzia (3-5anni), 20 nelle scuole primarie (6-10 anni), 11 nelle scuole secondarie di 1°grado (11-13 anni), 12 nelle scuole superiori (14-18 anni).

Suddivisi su base provinciale: 1 Alessandria (primaria), 6 Asti (3 primarie, 3 medie), 1 Biella (1 primaria), 10 Cuneo (2 materne, 2 primarie, 4 medie, 2 superiori), 3 Novara (1 primaria, 2 medie) 2 Vercelli (2 primarie), 3 Torino città (3 superiori), 19 Torino città metropolitana (10 primarie, 2 medie, 7 superiori), nessuno nel VCO.

Le classi in quarantena passano da 200 della scorsa settimana a 234: 3 nei nidi, 31 nelle scuole dell’infanzia, 84 classi nelle scuole primarie, 60 classi nelle scuole secondarie di 1° grado, 56 classi nelle scuole superiori.

Suddivise su base provinciale, le classi in quarantena sono 6 nell’Alessandrino (3 scuole dell’infanzia, 1 primaria, 1 media, 1 superiore), 10 nell’Astigiano (3 infanzia, 4 primarie, 3 medie), 1 nel Biellese (1 primaria), 33 nel Cuneese (1 nido, 4 materne, 4 primarie, 16 medie, 8 superiori), 26 nel Novarese (5 infanzia, 10 primarie, 8 medie, 3 superiori), 55 Torino città (1 nido, 4 infanzia, 15 primarie, 12 medie, 13 superiori), 81 Torino città metropolitana (1 nido, 10 infanzia, 36 primarie, 18 medie, 16 superiori), 15 nel Vercellese ( 1 materne, 10 primarie, 2 medie, 2 superiori), 7 nel VCO (1 infanzia, 3 primarie, 3 superiori).

Incidenza del contagio nelle fasce di età scolastiche

In età scolastica, l’incidenza, ovvero i nuovi casi settimanali su 100 mila per le specifiche fasce di età è in aumento rispetto alla settimana 1-7 novembre.

In particolare, nella fascia 6-10 anni l’incidenza sale a 130.6 (rispetto a 86.1 della scorsa settimana), nella fascia 11-13 è 123.6 (rispetto a 78.1) e nella fascia 14-18 anni è 66.5 (mentre la scorsa settimana era 51.3).

Più contenuti gli aumenti nella fascia 3-5 anni dove i nuovi casi su 100 mila si attestano a 53.3 (rispetto a 51.2 della scorsa settimana) e nella fascia 0-2 anni (39.3 contro 33.3 della scorsa settimana).

Vaccinazione studenti 12-19 anni

Sulla platea complessiva di 316.000 studenti dai 12 ai 19 anni, sono 230.000 gli aderenti. 222.000 hanno ricevuto la prima dose, pari al 96,5% degli aderenti e al 70,2% della platea potenziale.

212.000 hanno effettuato il ciclo completo, pari al 92,2% aderenti e al 67% della platea potenziale. In Piemonte è al 73% circa l’adesione degli studenti alla campagna vaccinale.

Vaccinazioni personale scolastico

Sulla platea complessiva di 128 mila operatori del personale scolastico gli aderenti sono circa 121 mila. 119 mila hanno già ricevuto la prima dose (93% della platea potenziale e 98% degli aderenti), mentre 116.300 hanno completato il ciclo vaccinale (91% della platea potenziale e
96% degli aderenti).

In Piemonte è del 95% l’adesione del personale scolastico alla campagna vaccinale.

Screening nelle scuole

Sono ad oggi 361 le scuole elementari e 17.141 i piccoli studenti che hanno aderito allo screening del Piano Scuola Sicura della Regione Piemonte, che prevede ogni 15 giorni un test salivare a scuola su base volontaria. Più di 500.000 i test salivari acquistati dal Piemonte per gli screening.

Sono invece 154 le scuole medie aderenti con 3.432 studenti che si sottopongono a un test ogni mese presso gli hotspot delle Asl.