Attualità
auguri!

I 90 anni di Gabriella Perona e un’intera vita trascorsa nei cinema della famiglia

Dalle sale dei cinematografi “Perona” e del “Margherita” sono passati tutti cuorgnatesi.

I 90 anni di Gabriella Perona e un’intera vita trascorsa nei cinema della famiglia
Attualità Cuorgnè, 17 Settembre 2022 ore 05:06

I 90 anni di Gabriella Perona e un’intera vita trascorsa nei cinema della famiglia. Dalle sale dei cinematografi “Perona” e del “Margherita” sono passati tutti cuorgnatesi.

I 90 anni di Gabriella Perona

Martedì scorso, 13 settembre 2022, grande festa in famiglia per i 90 anni di Gabriella Perona nata Bonetto, come si diceva un tempo. Una donna che attraverso i suoi due cognomi racconta la storia della sua vita, ma anche una parte della storia della città di Cuorgnè. A voler ricordare questa storia i suoi tre figli Fernando, Chiara e Luca, che nell’occasione del compleanno hanno voluto, appunto, raccontarla.

La storia

«Nei due cognomi c’è la storia della sua vita - evidenziano - I Bonetto gestivano il Leon d’Oro, i Perona i cinema di Cuorgnè. Le famiglie di una volta attingevano al loro interno le risorse per portare avanti le attività imprenditoriali. Quindi, dall’albergo di via Ivrea Gabriella si ritrova, neanche ventiduenne, dietro la cassa del Cinema Perona, all’indomani del matrimonio con Aldo, celebrato il 26 aprile 1954». In tutto si tratta, da allora, di 68 anni vissuti dividendosi fra gli impegni familiari e quelli aziendali. Tra il matrimonio e la nascita del primo figlio non passa molto tempo. È il 1955 quando viene al mondo il primogenito, Fernando. Passano tre anni e nel 1958 nasce Chiara, quindi, nel 1963 arriva Luca. Dopo i matrimoni dei figli, rispettivamente con Patrizia, Lino e Daniela, arrivano gli amatissimi cinque nipoti ad allietare la nonna: Francesca, Umberto, Valeria, Alice e Alberto. Ma alla soddisfazione per la crescita della famiglia, si aggiunge l’orgoglio di vedere ancora in essere l’attività professionale di famiglia. «Motivo di orgoglio personale per Gabriella è oggi vedere la storica attività delle sale cinematografiche ancora attiva, seppure limitata al solo Cinema Margherita - precisano i suoi figli -, nonostante le difficoltà che si sono succedute negli anni. Lì gli abituali frequentatori la vedono tuttora: nell’ingresso a dare il benvenuto o in sala a vedere quasi tutti i film proiettati». In effetti da quell’ormai lontano 1954, quando grazie al matrimonio venne direttamente coinvolta nell’attività del cinematografo, tanto è successo e molte cose sono cambiate, «Ma la volontà di Gabriella, condivisa con la famiglia, permette che l’insegna del cinema di via Ivrea sia ancora accesa».

Gli auguri del sindaco Cresto

Non è infatti un caso che la prima cittadina di Cuorgnè, Giovanna Cresto, pensando alla signora Gabriella la definisca «una persona davvero eccezionale, che rappresenta un'istituzione a Cuorgnè».

Dal teatro al cinema

Ed ecco quindi la festa per il novantesimo compleanno passata con la famiglia unita. «Una grande gioia, appena scalfita dal ricordo delle tante persone che non ci sono più», e il pensiero della famiglia va, soprattutto, al ricordo, sempre presente, del marito Aldo, scomparso, ormai, 25 anni fa. La storia della famiglia Perona si lega a quella dei cinema a Cuorgnè fin dalla metà degli anni ’20 del Novecento, quando iniziano a gestire il teatro comunale della città, alternando agli spettacoli dal vivo le proiezioni cinematografiche. Agli inizi degli anni ’50 apre in via Torino il Cinema Perona, mentre è del 1969 l’inaugurazione del Cinema Margherita di via Ivrea.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter