Attualità
sport

Impresa di un 63enne castellamontese: in sella da 200 giorni consecutivi

Sono 14mila i chilometri percorsi.

Impresa di un 63enne castellamontese: in sella da 200 giorni consecutivi
Attualità Castellamonte, 01 Novembre 2022 ore 01:08

Impresa del 63enne castellamontese Giuseppe Paolo Castorina: in sella da 200 giorni consecutivi.

In sella da 200 giorni consecutivi

La passione, la tenacia e la voglia di realizzare un’impresa sono i giusti punti di partenza per poter centrare qualsiasi obiettivo. Così come ha fatto Giuseppe Paolo Castorina, castellamontese che vive nella frazione di San Giovanni Canavese, che, all’età di 63 anni, ha realizzato il suo progetto: 200 giorni consecutivi in bicicletta, dove ha percorso oltre 14mila chilometri.

Il racconto

«La passione è iniziata grazie a mio papà che era un amante di biciclette. Ricordo che a soli 4 anni salii, per la prima volta, su una bici e, dopo aver girato un po’ in cortile mi avventurai fuori - racconta - Da quel momento, il mezzo a due ruote è stato il mio fedele compagno di vita». Nonostante gli sport praticati durante gli anni della giovinezza, il grande amore non si è mai scordato e, dopo un anno e mezzo di riposo forzato, Giuseppe Paolo Castorina si è riseduto sul sellino e ha macinato chilometri. Ha avuto poca importante il torrido clima estivo, mentre quello autunnale, per ora, sta giocando a suo favore: «Ho iniziato il 5 aprile 2022 e, da quel momento, non mi sono più fermato. Ogni giorno dedico parte del mio tempo al giro in bici che, a volte, dura poche ore, mentre altre il decorso aumenta, come quando ho fatto il giro del Canavese: in 9 ore ho percorso 223 km - continua l’atleta - Durante i mesi passati, poi, ho continuato a vivere la mia passione anche in Puglia e in Sardegna: avevo deciso di cambiare posti per vedere e godere nuovi panorami. Noi appassionati siamo così, non teniamo d’occhio il cronometro, ma, al tempo stesso, possiamo davvero osservare quello che ci circonda». Se poi gli scettici pensano che il ciclista si fermerà si sbagliano di grosso: «Sarebbe bello arrivare a 365 giorni di pedalate, ma non voglio pormi nessun limite. Sicuramente mi piacerebbe poter pianificare una raccolta fondi, sfruttando l’idea di una mini impresa da poter raggiungere». Le idee di Giuseppe Paolo Castorina corrono veloci, così come i chilometri percorsi.

Seguici sui nostri canali