Attualità
natale 2023

La crisi energetica non spegnerà il Natale a Ciriè

Il sindaco Loredana Devietti: «Siamo il centro commerciale più importante della zona, cercheremo sponsor e faremo molti eventi»

La crisi energetica non spegnerà il Natale a Ciriè
Attualità Ciriè, 14 Novembre 2022 ore 04:55

La crisi energetica non spegnerà il Natale a Ciriè. Il sindaco Loredana Devietti: «Siamo il centro commerciale più importante della zona, cercheremo sponsor e faremo molti eventi».

La crisi energetica non spegnerà il Natale a Ciriè

La crisi energetica non spegnerà il Natale! Questo è stato l'importante messaggio lanciato dal sindaco Loredana Devietti. Il primo cittadino, in occasione della presentazione dell'epocale ordinanza su via Vittorio, ha inteso parlare anche della posizione della maggioranza sulle luminarie natalizie: «Siamo il centro commerciale più importante della zona. Negli anni passati abbiamo dato una mano alle attività che hanno subito la pandemia, al fine di mantenere in vita un tessuto commerciale significativo. Per questo motivo abbiamo scelto d'installare le luminarie natalizie. Le luci saranno a led, quindi a basso consumo. Lo riteniamo un investimento per rilanciare l'economia. E' evidente come le famiglie abbiano voglia di tornare a vivere. Non è, quindi, il caso di spegnere il Natale. Cercheremo gli sponsor e stileremo un calendario di eventi per rendere il Natale più vivo possibile. A fine novembre partirà la sperimentazione in corrispondenza con gli eventi natalizi. Ci auguriamo che tutta la città si risollevi, anche per l'importanza rivestita sul nostro territorio».

Mercatini

Si preannunciano già due mercatini natalizi. Il primo dall'8 al 11 e il secondo al 17 dicembre. In merito alla pedonalizzazione e alla recente «Festa di Halloween» ha così commentato Devietti: «Il nostro desiderio è rendere la carreggiata più vivibile. La “Festa di Halloween” è stato solo l'inizio di un percorso nel quale cercheremo di avvicinare la gente in via Vittorio, affinché scopra le nuove modalità d'utilizzo. Chiederemo a tutti di darci stimoli per evolvere nelle nostre idee. Solitamente da una pedonalizzazione si è mai tornati indietro. Siamo convinti sia la strada giusta e che occorra vederla come un'opportunità. Speriamo rappresenti una svolta per il commercio e di vincere questa scommessa. Tra un anno potremo ritrovarci per comprendere se continuare o modificare qualcosa».

Seguici sui nostri canali