Attualità
leini

Lavori pubblici a Leini: dalle scuole alla viabilità la città per i prossimi mesi l'elenco è lungo

Tutti gli interventi da agosto alla prossima primavera

Lavori pubblici a Leini: dalle scuole alla viabilità la città per i prossimi mesi l'elenco è lungo
Leini Pubblicazione:

Lavori pubblici a Leini: dalle scuole alla viabilità la città per i prossimi mesi l'elenco è lungo.

Lavori pubblici a Leini

Come un fiume in piena, nel Consiglio comunale di mercoledì 27 luglio, il sindaco ha snocciolato l’elenco dei lavori pubblici che vedranno impegnato il comune già da agosto fino alla prossima primavera. «Entro fine anno – ha annunciato il primo cittadino – aprirà il cantiere nell’edificio della ex-scuola media Casalegno per la realizzazione della biblioteca e dello spazio co-working e centro giovanile, il contratto è stato firmato in questi giorni: il trasloco degli arredi scolastici al centro servizi della Cittadella è attualmente in corso». Proprio in questi giorni è in fase di realizzazione l’area parcheggio e il nuovo tratto stradale che permetterà l’accesso e l’uscita in sicurezza dall’area Cittadella dello Sport. Davanti alla futura sede della scuola media sarà creato anche uno spazio di sosta dedicato agli studenti prima dell’ingresso nel plesso scolastico. L’apertura dei cancelli della nuova Casalegno avverrà infatti ogni mattina alle 8.

Strade

Il primo cittadino ha inoltre informato che sono state affidate e prenderanno il via entro fine agosto alcune attività di rifacimento di strade: il primo lotto di via Benna tra via Torino e via Vittime di Bologna, via Pratonuovo e via Mattei, via San Francesco al campo a Tedeschi. Sarà completato anche entro l’estate l’asse di via Carlo Gremo: «Importante nuova strada di collegamento tra il concentrico e la zona della Cittadella dello Sport e della scuola media – ha precisato il sindaco». Sempre per settembre è prevista l’asfaltatura di via Palera. Da fine luglio fino a circa maggio 2024 sarà inoltre realizzato il relamping, cioè la sostituzione dei corpi illuminanti desueti con nuovi led e l’installazione di un sistema di monitoraggio da remoto di guasti e malfunzionamenti. I lavori saranno effettuati per zone del territorio e potrebbero causare localmente riduzioni di carreggiata o chiusure di marciapiede a seguito della sostituzione di pali. «A questo aggiungo – ha detto Pittalis - che è stata conclusa la procedura di aggiudicazione dei terreni di via Teologo Re, per un’offerta che si aggira attorno a 1,1 milioni di euro: il contratto sarà stipulato nel mese di settembre. La parte non oggetto della cessione sarà oggetto di lavori di riqualificazione a verde urbano nel mese di settembre al fine di renderla di servizio all’area di via Re, via Wojtyla, via San Francesco al Campo. Sono stati affidati e partiranno a breve anche i lavori di sistemazione di via Lombardore».

Scuola Rodari

Il sindaco ha anche fatto un passaggio sul tema della scuola Rodari, in cui i lavori, finanziati con fondi Pnrr, prenderanno il via già nel corso del prossimo anno scolastico, nelle ore in cui non ci sono gli studenti, per raggiungere il culmine nella prossima estate; discorso differente per la scuola Anna Frank, in cui i lavori di riqualificazione sono giunti allo stadio dell’affidamento di un appalto integrato che prevede la progettazione definitiva-esecutiva e la realizzazione delle opere. Mentre sarà espletata la fase progettuale, si valuteranno le soluzioni per l’effettiva apertura del cantiere, eventualmente con il coinvolgimento della porzione dell’edificio dell’ex scuola media non interessata da lavori: «Perché non è possibile realizzare tutti i lavori durante i mesi estivi o durante la normale attività scolastica – ha precisato il sindaco».

Svincolo SS460

Il primo cittadino ha anche informato il consiglio comunale che la Città Metropolitana ha stanziato i fondi, 400mila euro che si aggiungono ai 200mila già definiti da Regione Piemonte, per la prima delle due rotonde allo svincolo della SS460 su via Caselle/Sp710: i prossimi passi saranno la sottoscrizione di un accordo di programma tra gli enti coinvolti, Comune, Anas, Città Metropolitana e Regione Piemonte, per la realizzazione delle due rotonde, in modo che il Comune possa procedere entro fine anno con gli espropri dei terreni privati necessari e che i lavori possano partire nella prima parte del 2024.

Seguici sui nostri canali