la proposta

Patti di collaborazione presentata la proposta di Laboratorio civico

Un lungo elenco di richieste all'Amministrazione comunale

Patti di collaborazione presentata la proposta di Laboratorio civico
Attualità Ivrea, 28 Agosto 2021 ore 21:02

Patti di collaborazione presentata la proposta di Laboratorio civico di Ivrea

Patti di collaborazione

È stata recentemente consegnata all’Amministrazione Comunale una proposta di delibera consiliare promossa da Laboratorio Civico Ivrea per  potenziare l’esperienza dei Patti di collaborazione per la gestione dei beni comuni. Proposta  sottoscritta dalle associazioni Rosse Torri, L’Albero della Speranza, Bellavista Viva, Serra Morena, Legambiente Dora Baltea e dalla Cooperativa ZAC!.

Laboratorio civico

Essa scaturisce da una giornata di studio sul tema,  organizzata da Laboratorio Civico Ivrea il 18 gennaio 2020. La giornata  ha permesso ai partecipanti di convenire sul fatto che tali strumenti debbano configurarsi mediante la co-progettazione e la co-responsabilità tra pubblico e privato, superando la vecchia concezione che li vedeva spesso come un mero strumento attraverso cui il pubblico delegava a cittadini volenterosi la gestione di ambiti che sarebbero ricaduti nell’ambito della sua responsabilità.

I punti della proposta

Nella proposta di delibera vengono affrontate alcune questioni tuttora aperte  affinché l'amministrazione, ad esempio,  rafforzi lo strumento prevedendo che possa essere assunto un arco temporale di almeno tre anni per poter elaborare progetti di adeguato respiro. Agevoli la definizione di forme assicurative per i volontari coinvolti e si dia maggiore visibilità ai risultati raggiunti   attraverso la predisposizione di una sezione del sito web del Comune.

Le altre richieste

Che si faciliti la progettazione di  linee guida generali a cui i cittadini e le associazioni  possano ispirarsi; individui un referente politico sul tema   nonché un referente amministrativo impegnato alla promozione   di tutte le altre forme di partecipazione da parte della cittadinanza  anche nella prospettiva della possibile costituzione di un “Ufficio Partecipazione”. E ancora:  si promuovano esperienze di co-progettazione, come metodologia in grado di individuare le soluzioni progettuali maggiormente efficaci per risolvere problemi collettivi. Secondo Laboratorio civico l’insieme di queste proposte, se favorevolmente accolte dal Consiglio comunale, potrà valorizzare e rilanciare la partecipazione dei cittadini al governo della cosa pubblica, in un rapporto di confronto e parità con la Amministrazione comunale.