A Borgaro dubbi sull’appalto mensa: c’è un ricorso

Il nuovo servizio è comunque partito regolarmente lo scorso 1 aprile.

A Borgaro dubbi sull’appalto mensa: c’è un ricorso
Cronaca Torino, 20 Aprile 2019 ore 08:37

La Serenissima ha presentato un ricorso sull’appalto mensa, ma il nuovo servizio è partito comunque.

Ricorso sull’appalto mensa

A Borgaro Torinese pende un ricorso sull’appalto mensa. La gestione della Dussmann è partita il primo aprile. Nelle cucine del plesso “Nicola Grosa”. L’atto del Tar è stato notificato in municipio a fine marzo. Nel corso della conferenza stampa di presentazione il primo cittadino aveva riportato ai cronisti dei malumori da parte dei concorrenti per l’affido. Con tanto di richiesta d’accesso agli atti. Tanto che aveva ammesso la possibilità di un atto legale. Con la pubblicazione dei documenti all’albo pretorio questa situazione diventa una certezza.

Niente proroghe: si parte!

A Borgaro dubbi sull'appalto mensa: c'è un ricorso

L’Amministrazione ha deciso d’avviare comunque la nuova refezione scolastica. Una spiegazione convincente la fornisce l’assessore al bilancio Gianluigi Casotti: “La Serenissima ha presentato ricorso. Ma il Tribunale non ha concesso la sospensiva. Per questo motivo è stato possibile partire regolarmente”. In caso contrario si sarebbe dovuto bloccare tutto il procedimento. Prorogando l’appalto alla Camst, giunta quarta in graduatoria.

Incarico legale

Nei giorni scorsi è stato conferito un incarico legale allo studio Giardini di Torino. I costi della causa legale saranno sostenuti dall’Unione dei Comuni Net. Lo stabilisce la convenzione del 2015. Tuttavia il Comune dovrà partecipare all’esborso, in qualità di titolare della refezione scolastica.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli