Cronaca
Nel territorio tra San Benigno e Bosconero

A San Benigno festa non autorizzata bloccata dai Carabinieri

I ragazzi presenti non sono stati denunciati, però sono stati tutti identificati.

A San Benigno festa non autorizzata bloccata dai Carabinieri
Cronaca Alto Canavese, 12 Giugno 2021 ore 16:37

L'evento era "in programma" nella periferia del paese. Festa non autorizzata bloccata dai Carabinieri.

Festa non autorizzata bloccata dai Carabinieri

Festa non autorizzata bloccata dai Carabinieri. E' accaduto nelle settimane nel territorio tra San Benigno e Bosconero, grazie all'intervento dei militari dell'Arma appartenenti alla Compagnia di Chivasso, che fatto sì che l'evento non andasse in scena nella zona località cascina Bruciata, nella zona periferica dei due comuni canavesani.

I giovani presenti avevano età compresa tra i 18 ed i 23 anni

Ad allertare i carabinieri sono stati gli agricoltori del posto, che hanno notato nelle prime ore della mattina un primo gruppo di una ventina di ragazzi transitare nelle stradine vicino ai campi della frazione sanbenignese. I giovani, tutti con un'età compresa tra i 18 e 23 anni, erano arrivati alla spicciolata da torinese in basso Canavese con l'intento di prendere parte all'atteso rave. I presenti, tra l'altro, al momento dell'arrivo dei militi sul posto avevano già posizionato due grandi casse acustiche tra gli alberi vicino ai cascinali abbandonati della zona.

Nessuna denuncia, ma identificati tutti i ragazzi

Era tutto pronto, quindi, per attendere nuovi arrivi e dare il via alla festa caratterizzata da musica a tutto volume. Un “piano” mandato in fumo dalle Forze dell'Ordine che hanno identificato tutti i ragazzi. Non è scattata nessuna denuncia ma ai ventenni torinesi non è rimasto altro che smontare in fretta le casse, allontanarsi da Cascina Bruciata e risalire sulle proprie vetture per fare ritorno a casa.