Cronaca
barbania

«Abbiamo sbagliato, chiediamo scusa...» così i giovani hanno ripulito i muri imbrattati a Barbania

Autori di piccoli atti di vandalismo in paese hanno evitato la denuncia con attività socialmente utili.

«Abbiamo sbagliato, chiediamo scusa...» così i giovani hanno ripulito i muri imbrattati a Barbania
Cronaca Lanzo e valli, 30 Novembre 2022 ore 13:22

«Abbiamo sbagliato, chiediamo scusa...» così i giovani hanno ripulito i muri imbrattati a Barbania. Autori di piccoli atti di vandalismo in paese hanno evitato la denuncia con attività socialmente utili.

«Abbiamo sbagliato, chiediamo scusa...»

Fatti e misfatti da che si vuole iniziare? Magari con i misfatti e di ciò è il sindaco Giuseppe Drovetti a raccontare: «Negli ultimi tempi ci sono stati in paese delle bravate: rottura di panchine, paline, cartelli stradali e soprattutto alcune brutte scritte e disegni che hanno deturpato via Aie. Grazie alla collaborazione della Stazione Carabinieri di Barbania e alla Polizia Locale, alcune segnalazioni di cittadini e, soprattutto, alle telecamere, siamo riusciti ad individuare i giovani autori.

40 ore di lavori socialmente utili

Ora il Comune, che non ha fatto denuncia, ha fornito il materiale per il ripristino dei danni: tinteggiatura e pulizia della via. Ai ragazzi 40 ore di lavori socialmente utili per alcuni sabati non faranno male, ma soprattutto lo hanno accettato capendo che l’atto era assolutamente negativo - Un appello del primo cittadino – Deteriorare i beni pubblici significa danneggiare ogni cittadino. È cosa grave. Questi atti non possono passare come espressione del disagio giovanile e forma di contestazione».

Muri ripuliti

Così sabato 19 novembre, di primo mattino, in via Aie i ragazzi coordinati dai nonni vigilie Domenico e Piero hanno ritinteggiato i muri: «Ci spiace davvero. è stata una stupidaggine ed è corretto che oggi risistemiamo i danni»: così i ragazzi. I fatti: «Quattro posti e due colonnine per la ricarica contemporanea di quattro auto in Piazza Carabinieri nel parcheggio di fronte alle scuole – Così il sindaco – In tutta Barbania ci sono cinque colonnine per la ricarica contemporanea di dieci auto».

Seguici sui nostri canali