Cronaca

Addio a «Beppe» memoria storica della frazione di Filia

Addio a «Beppe» memoria storica della frazione di Filia
Cronaca Alto Canavese, 20 Giugno 2020 ore 10:45
 Addio a «Beppe» memoria storica della frazione di Filia a Castellamonte.

 Addio a «Beppe»

Nessuno muore sulla terra, secondo un toccante aforisma di Sant’Agostino, finché rimane nel cuore di chi vive. Sarà così per il conosciuto e stimato castellamontese, Giuseppe Sassoè Pognetto, scomparso all’età di 88 anni. La città di Castellamonte, dopo aver detto addio al decano del gruppo Alpini, Vincenzo Druscovic, e all’ex presidente della Pro loco di Sant’Anna Boschi, Giovanni Gaudi, perde un’altra figura storica del paese.Così l'addio a  «Beppe», come era conosciuto da tutti, era, infatti, la memoria storica della frazione Filia di Castellamonte e della sua Società Agricola Operaia di Mutuo Soccorso.

Il ricordo

«L’attaccamento alle sorti della Società per il Beppe si è manifestato sin da giovanissimo, quando seguendo le orme dei suoi famigliari, da sempre partecipi e attivi alla vita sociale della frazione, lo ha visto impegnarsi nel difficile ruolo di segretario dell’Ente - lo ricordano gli Amici della SAOMS di Filia - Incarico ricoperto con solerzia per circa una ventina di anni, quando per impegni di lavoro si è trasferito fuori regione. Quando però, dopo una vita di intenso lavoro presso una nota ditta di costruzioni dell’alto canavese, ha fatto ritorno nella sua amata Filia nella casa natia di località Giurumello, ha nuovamente ripreso il suo impegno a favore della Società. Seppur in età già avanzata, come sempre, non si è tirato indietro e con passione ed impegno costante ha assunto per tanti anni l’incarico prima di Vice Presidente e poi di Presidente». Sono stati anni segnati da tante novità e da un deciso rinnovo della sede sociale, lavori che Beppe ha seguito con tanta competenza, partecipazione e dedicando molto tempo.

Il cordoglio

«Chi ha collaborato con lui ne ricorda il suo innato garbo, la gentilezza, il rispetto per il prossimo, la competenza e la fiducia nei confronti di tutti, la generosità, doti rare da trovare ormai nel genere umano - aggiungono da Filia - La Società era un po' la sua seconda casa, sia al mattino che al pomeriggio era presente nei locali per impegni vari, o per la sua grande passione: giocare a carte a scopa, o forse ancor più per una cosa che lo affascinava ed affascinava chi ha avuto la fortuna di parlare con lui. Dotato di una memoria ferrea parlava dei racconti di vita vissuta al tempo della guerra e del dopo guerra, la fatica nei campi dei nostri avi, aneddoti di personaggi della Frazione ormai scomparsi e naturalmente tutte le vicende felici e tristi della Società. Purtroppo per ragioni di salute qualche anno fa ci ha lasciati per trasferirsi fuori regione, lasciando un vuoto enorme nella vita sociale della nostra piccola frazione, ma il suo cuore siamo certi è sempre rimasto a Filia. Ora che sei in cielo vogliamo dirti un sentito grazie Beppe per tutto quello che hai fatto a favore del sodalizio castellamontese. Speriamo che il seme che hai gettato non venga disperso e che il tuo esempio di vero socio sia seguito dalle nuove generazioni, affinché  la nostra Società Agricola Operaia di Mutuo Soccorso abbia un futuro sereno come tu avresti voluto e tanto desiderato».