Menu
Cerca
Figura di riferimento del gruppo castellamonese

Addio a Meco, vera e propria colonna della Croce Rossa

A ricordarlo con affetto e ammirazione tutti i Volontari e Dipendenti che lo hanno conosciuto.

Addio a Meco, vera e propria colonna della Croce Rossa
Cronaca Castellamonte, 08 Maggio 2021 ore 12:53

Il gruppo di Castellamonte ricorda l'amico Domenico Margrotto. Addio a Meco, vera e propria colonna della Croce Rossa.

Addio a Meco, vera e propria colonna della Croce Rossa

Il mondo della Croce Rossa Italiana e il paese di Castellamonte piangono Domenico Margrotto. Ex meccanico in pensione, «Meco», come era conosciuto e chiamato da tutti in città, è mancato all’età di 76 anni. «Abbiamo appreso con dolore la notizia della scomparsa di Domenico Margrotto, già Volontario della Croce Rossa - lo ricordano i volontari e dipendenti della Cri castellamontese - Per lunghi anni Domenico è stato Ispettore dei Volontari del Soccorso dell'allora Sottocomitato, curando in prima persone l'organizzazione e gestione dei servizi e delle attività, in particolare di emergenza».

Una figura che ha lasciato un segno tangibile

Tangibile il segno lasciato dal suo passaggio, non solo legato alla Croce Rossa: «Infaticabile, era sempre disponibile per ogni esigenza dei suoi Volontari, portando il Comitato a livelli di eccellenza. Anche se non era più in servizio attivo, viene ricordato con affetto e ammirazione da tutti i Volontari e Dipendenti che lo hanno conosciuto».

Figura storica della città della ceramica

Castellamonte perde una delle sue figure storiche, un punto di riferimento anche per Paolo Garnerone, presidente della Cri locale: «Era il 12 settembre 1986 e ad accogliermi in CRI è stato Domenico Margrotto “Meco”. Lui era l’ispettore dei volontari del soccorso, ha fatto molto per la nostra CRI e se oggi ci siamo ed abbiamo le convenzioni con l’Asl TO4 (allora usl40) lo dobbiamo anche a lui. Ha voluto fortissimamente la prima mitica ambulanza di rianimazione, per trasferire i pazienti gravi dall’ospedale di Castellamonte quando chiuse il pronto soccorso».

Il ricordo anche del primo cittadino castellamontese

«Con Domenico scompare una figura importante per la comunità, soprattutto per la sua attività nell’ambito della Cri - ha commentato il sindaco Pasquale Mazza - ci uniamo al dolore della famiglia, esprimendo le più sentite condoglianze alla mamma, alla moglie e alla figlia». Margrotto lascia la mamma Maria Maddalena, la moglie Elena, la figlia Emanuela con il marito Danilo e i figli Ruben e Rebecca.