Menu
Cerca
lutto

Addio a Michele Privileggi, Leini piange una figura generosa e fantasiosa della sua società

Rimarranno per sempre le sue opere in città a memoria delle vittime delle foibe.

Addio a Michele Privileggi, Leini piange una figura generosa e fantasiosa della sua società
Cronaca Leini, 16 Aprile 2021 ore 10:37

Addio a Michele Privileggi, Leini piange una figura generosa e fantasiosa della sua società, si è spento questa mattina dopo una lunga malattia.

Addio a Michele Privileggi

Ecclettico, fantasioso, fumantino, generoso, infaticabile, genuino. Era tutto questo il maestro Michele Privileggi, mancato, dopo una lunga malattia, questa mattina. Aveva compiuto 77 anni appena lunedì scorso, 12 aprile. Geometra, pensionato Sip, quando ancora la Tim si chiamava così, si era dedicato fin da giovanissimo alle arti figurative: pittura, scultura, installazioni.

L’impegno nel sociale

Solo due settimane fa, a Casale Monferrato, aveva seguito l’installazione di un’importante opera dedicata agli esuli dalmati e istriani. Opera simile, anche se di dimensioni più ridotte, era stata posizionata a Leini, in via Vittime delle Foibe. E della questione giuliana, terra da cui proveniva, se n’era interessato con grande attenzione, con lo scopo di far riemergere una parte di storia che per troppo tempo è rimasta in secondo piano e quasi mai citata anche sui testi scolastici. Si era interessato anche della vita sociale e civile di Leini. Privileggi aveva fatto parte del direttivo della Proloco e anni addietro era anche stato componente del CIM, il Consorzio che coordinava le attività amministrative del futuro comune di Mappano. Leini custodirà altre due sue opere, oltre a quella dedicata agli esuli: una intitolata a Giuseppe Caviglietto, nel giardino degli Alpini, in Largo Donatori di Sangue e l’altra posizionata al centro di piazzale Michelangelo Buonarroti.

Il suo saluto

Solo qualche giorno fa, aveva pubblicato un post premonitore sul suo profilo Facebook: “Sono nato senza chiederlo e morirò senza volerlo…ma sicuramente ho vissuto e virò ancora a modo mio…o quasi…!”.

Privileggi lascia la moglie Gabriella, i figli Claudia e Maximilian e l’amata nipotina Nadia. I funerali si terranno lunedì 19 aprile alle 10.