Aib Protezione civile Ozegna festeggiato il 40° anniversario del gruppo

Aib Protezione civile Ozegna festeggiato il 40° anniversario del gruppo
Rivarolo, 24 Giugno 2018 ore 10:58

Aib Protezione civile di Ozegna in festa. In occasione del 40° anniversario del gruppo ozegnese, in paese spazio alle celebrazioni per l'attivissimo sodalizio e il 2° raduno provinciale Aib.

Aib Protezione civile di Ozegna in festa

Da quel 1978, anno di fondazione, il gruppo ha dato il proprio contributo non solo nel territorio cittadino e canavesano. Ogni qualvolta è stato necessario dare una mano in situazioni  come incendi, terremoti, alluvioni la loro presenza è stata costante. Sono i volontari della Aib Protezione civile di Ozegna, che festeggiano i 40 anni dalla fondazione. Un momento speciale, giusto tributo a questo corpo, che nella sua realtà ozegnese attualmente conta una trentina di persone.

Al servizio del territorio

Oggi caposquadra dell'Aib Protezione civile di Ozegna è Bruno Germano, i vice Rocco Faruolo, Beniamino Perri, Omar Miccoli e Giovanni Fiorio, mentre il ruolo di segretario è diviso tra Gabriel Trogolo e Jacopo Tosco. Claudio Gamerro è il tesoriere, Simone Oberto e Franco Fiorio sono i consiglieri. «Tutto è iniziato dall’allestimento della allora squadra S.V.A.B.O. - spiega Bruno - Eravamo un gruppo di persone che volevano creare un nucleo di pompieri, ma vista la vicinanza con Castellamonte e Rivarolo, questo è stato impossibile. A partire dal ‘94 siamo entrati nell’allora Associazione Antincendi Boschivi e di strada, un po’ in tutti i sensi, ne abbiamo macinata parecchia».

40esimo anniversario

L’evento per i 40 anni dell'Aib Protezione civile di Ozegna si è aperto sabato 23 alle 20, con una mostra dedicata all’attività della squadra, seguito alle 21 dal concerto del Coro Bajolese, con successivo rinfresco. Ricco il programma della domenica: alle 8.30 ritrovo e registrazione gruppi in piazza Umberto 1°, alle 9.45 sfilata per le vie del paese con la presenza della banda della Brigata Taurinense e della Banda di Ozegna «Succa Renzo». Alle 11 al palasport concerto dei musici torinesi, alle 12 saluto della autorità e consegna di attestati e gagliardetti. Dalle 12.30 nella tensostruttura nell’area del palazzetto pranzo libero a tutti, quindi alle 15.30 attrazioni varie. A chiudere la Santa Messa alle 18 al santuario della Madonna del Bosco, con presenza della cantoria parrocchiale.

6 foto Sfoglia la gallery