Cronaca
Ambiente

Aumentano le impurità nella plastica: a giugno ha superato il 25%

Il Comune di Chiaverano chiede maggiore attenzione ai cittadini.

Aumentano le impurità nella plastica: a giugno ha superato il 25%
Cronaca Ivrea, 18 Luglio 2020 ore 15:44

Aumentano le impurità nella plastica: a giugno ha superato il 25%. Il Comune di Chiaverano chiede maggiore attenzione ai cittadini.

Aumentano le impurità nella plastica

La Società Canavesana Servizi (SCS), che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, ha segnalato al Comune di Chiaverano una preoccupante tendenza negativa: aumentano infatti le impurità presenti nella plastica. A giugno hanno superato il 25%. "Si ricorda - specificano dall'amministrazione - che sono considerati plastica riciclabile solo gli imballaggi. La presenza di altre plastiche come: giocattoli; bacinelle; secchi e qualsiasi altro oggetto che nasce per un fine suo proprio di utilizzo non sono da smaltire nella campana della plastica, bensì con i rifiuti indifferenziati".

Limite di impurità

Se le impurità superano un certo limite (22%) all’interno di una campana, tutto il suo contenuto sarà considerato indifferenziato (ovvero non riciclabile) vanificando così anche lo sforzo di chi ha operato bene e diminuendo di conseguenza la percentuale complessiva di rifiuti differenziati.

Costi della raccolta

Grazie alla raccolta differenziata, SCS riceve un contributo che permette di coprire una parte dei costi della raccolta e dunque di far pagare meno i Comuni che a loro volta fanno pagare meno i cittadini. "Stiamo rischiando di perdere questo contributo - sottolineano dall'amministrazione -: vi chiediamo pertanto di fare attenzione a cosa buttate nella campana della plastica evitando di introdurre oggetti impropri".