Menu
Cerca
Polemiche

Aumenti Tari a Rivarolo, “colpa” dell’amministrazione

La replica: "Non di una maggiorazione della tariffa stabilita da Teknoservice"

Aumenti Tari a Rivarolo, “colpa” dell’amministrazione
Cronaca Alto Canavese, 20 Marzo 2021 ore 12:07

Aumenti Tari a Rivarolo, “colpa” dell’amministrazione.

Aumenti Tari

A Rivarolo da giorni si discute sugli aumenti Tari a carico delle famiglie per sgravare almeno in parte dei costi le attività commerciali già in sofferenza per i lunghi mesi di forzate chiusure. La polemica, però, ha finito per uscire dai margini del dibattito politico per andare ad investire ingiustamente l’operato della Teknoservice e dei suoi addetti. E anche le immagini di cumuli di cartone in centro città che sono state fatte circolare nei giorni scorsi alimentano solo polemiche pretestuose.

La replica da Teknoservice

Siccome non tutti i cittadini rivarolesi hanno compreso chiaramente la questione, è bene sottolineare una volta di più che gli aumenti sulla bolletta rifiuti sono frutto di una decisione dell’Amministrazione e non di una maggiorazione della tariffa stabilita da Teknoservice – spiega il direttore generale Alberto Garbarini – Detto questo, mi sembra profondamente ingiusto da parte di certi esponenti della minoranza consiliare definire il servizio svolto dai nostri addetti “penoso” e di “qualità inversamente proporzionale al costo”. Non solo è un’affermazione sbagliata, ma è vero semmai il contrario. Da quando Teknoservice ha assunto l’incarico della gestione del servizio di raccolta rifiuti dopo il fallimento Asa la situazione è migliorata costantemente. Spiace constatare che qualcuno abbia la memoria corta e soprattutto che si metta di mezzo l’attività di un’azienda privata per formulare una critica al sindaco”.

L’immondizia abbandonata

Fotografare le isole ecologiche davanti ai negozi nel giorno di raccolta della carta, un’ora prima del passaggio dei nostri mezzi, è un’operazione priva di senso che serve solo a mettere in cattiva luce Teknoservice – aggiunge ancora Garbarini – Il servizio di raccolta differenziata funziona doverosamente, ma certamente si basa anche su un corretto comportamento da parte degli utenti. Se per esempio si ammassano i cartoni fuori dai bidoni il giorno dopo quello previsto per la raccolta di quel materiale, la colpa dell’accumulo non è certo dell’azienda, ma di chi non rispetta le regole. E difatti un comportamento simile è stato sanzionato dalla polizia municipale pochi giorni fa”.

Semmai un plauso agli operatori…

“Purtroppo, spesso, si critica e si giudica affrettatamente senza un’adeguata informazione e si punta il dito contro Teknoservice e i suoi addetti, anche se a sproposito. Siamo d’accordo che non tutto è perfetto e si può sempre migliorare, ma non accettiamo di fare da capro espiatorio. Io credo invece che i nostri operatori siano encomiabili per il lavoro svolto in questo anno di pandemia, superando comprensibili paure, ma operando con abnegazione e spirito di sacrificio. Grazie anche al rigido rispetto dei protocolli igienico-sanitari, i contagi per Covid tra il personale sono stati irrisori e ciò ci ha permesso di preservare un corretto servizio di smaltimento rifiuti senza ritardi durante tutto questo lungo periodo di emergenza. Altro che “penosi”, sono da elogiare”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli