Menu
Cerca

Canavese influenza 2017 in arrivo dall’Australia

La peggiore inflenza degli ultimi decenni, la campagna antinfluenzale dell'Asl To4 è già iniziata.

Canavese influenza 2017 in arrivo dall’Australia
Rivarolo, 06 Novembre 2017 ore 12:37

Canavese influenza 2017: dall’Australia con furore in arrivo anche nel vecchio continente.

Canavese influenza 2017 che non risparmierà il nostro territorio

Ovviamente l’influenza non guarda in faccia a nessuno ed è in arrivo anche da noi. Ci risiamo, con i primi freddi torna l’allarme influenza e questa volta arriva dall’altro capo del mondo: dall’Australia. Il Ministero della sanità raccomanda le vaccinazioni per i soggetti più a rischio, l’Asl To4 è già partita con la campagna antinfluenzale.
Il picco è previsto per dicembre  quando basse temperature e baci e abbracci tra parenti nel periodo delle feste natalizie, saranno il mix  esplosivo per la diffusione dei virus influenzali.

“La peggiore degli ultimi decenni”

I media australiani l’hanno etichettata come “la peggiore degli ultimi decenni”. A renderla così terribile, dicono gli esperti, la presenza contemporanea di tre ceppi: il ceppo A (H3N2) ed altri due nuovi ceppi A e B (A/Brisbane e B/Florida).

Sintomi e prevenzione

I sintomi che porta questo batterio sono comunque fra i più classici e proprio per questo diventa difficile una diagnosi certa.
Sintomi: febbre alta improvvisa, spesso superiore ai 38° della durata di 3-4 giorni con i più classici dolori osteomuscolari; mal di testa, forti brividi e sudorazione; malessere generale accompagnato da spossatezza ed affaticamento; raffreddore e naso chiuso; mal di gola e tosse; congiuntivite; senso di costrizione al petto e dolori durante la respirazione. A tutto questo si aggiungono nei bambini e negli anziani (e comunque nelle persone più deboli) vomito e diarrea, oltre ad uno stato di debolezza.
Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda la prevenzione con alcune, semplici, basilari, regole di igiene. E’ di fondamentale importanza: lavarsi le mani, coprirsi la bocca con un fazzoletto o con il braccio quando si starnutisce o tossisce, e in particolare restare a casa quando si presentano i sintomi dell’influenza.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli