Trovati i responsabili

Castellamonte: denunciati dai Carabinieri gli aggressori dell'autista di bus di linea

I Carabinieri di Castellamonte e Cuorgnè hanno svolto le indagini, mentre la Compagnia di Ivrea ha proceduto alla denuncia dei sei giovani autori

Castellamonte: denunciati dai Carabinieri gli aggressori dell'autista di bus di linea
Cronaca Alto Canavese, 25 Luglio 2021 ore 10:15

I Carabinieri hanno portato a termine le indagini grazie ai testimoni e alle riprese di videosorveglianza. Castellamonte: denunciati gli autori dell'aggressione ad un autista di bus di linea.

La denuncia

I Carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno denunciato alla Procura della Repubblica Ordinaria di Ivrea e Minorile di Torino sei giovani, di cui due maggiorenni e gli altri quattro con un'età compresa tra i 15 e i 17 anni, residenti a Cuorgnè e Tavagnasco, come responsabili dell’aggressione avvenuta qualche settimana fa nel comune di Castellamonte nei confronti di un autista di un autobus della società trasporti Vimu.

Il fatto

I giovani, alcuni dei quali con precedenti e già noti alle forze dell’ordine per analoghe intemperanze, si erano infatti resi responsabili, nella sera del 25 giugno 2021, dell'episodio di violenza sull’autobus di linea nella tratta che collega Cuorgnè ad Ivrea, prima inveendo nei confronti dell’autista che li aveva redarguiti mentre salivano sul mezzo a seguito del mancato utilizzo della mascherina di protezione individuale e successivamente aggredendolo violentemente, mentre scendevano e anche una volta a terra dal mezzo pubblico, con calci e pugni e lanciandogli anche una pietra mentre si allontanavano.

Le indagini

Grazie alle informazioni fornite dai testimoni e alle riprese delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona, i militari delle Stazioni di Castellamonte e Cuorgnè sono riusciti a risalire e ad identificare i sei aggressori, portando a termine l'indagine. Ora i maggiorenni sono stati denunciati alla Procura Ordinaria di Ivrea, mentre i quattro minorenni sono stati segnalati alla Procura Minorile di Torino, tutti per "lesioni personali e violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale, in concorso".