Menu
Cerca

Colletta Alimentare la prima senza Marcella e Dino

Sabato 25 si raccoglie cibo presso una trentina di supermercati della zona. A coordinare i volontari non ci saranno più i coniugi Gandelli.

Colletta Alimentare la prima senza Marcella e Dino
Ciriè, 25 Novembre 2017 ore 09:00

Colletta Alimentare la prima senza Marcella e Dino. Nel CIRIACESE

Colletta Alimentare senza Marcella e Dino a coordinare i volontari

Sabato 25 novembre si raccoglie cibo presso una trentina di supermercati della zona. Dalle Valli di Lanzo fino a Caselle. La solidarietà torna protagonista. E lo fa con la tradizionale iniziativa che si svolge a livello nazionale. La Colletta Alimentare di quest’anno sarà la prima senza Marcella e Dino Gandelli. I coniugi ciriacesi sono scomparsi qualche mese fa a poche settimane l’uno dall’altra. Sono stati loro, per molti anni, a coordinare i volontari durante il giorno di raccolta.

 L’iniziativa in una trentina di supermercati della zona

Sabato 25 si potrà andare a fare la spesa in una trentina di supermercati e centri commerciali della zona. Che aderiscono alla Colletta Alimentare 2017. Si potranno donare alimenti a lunga conservazione. Pasta, olio, zucchero, biscotti, latte, scatolame…  Quanto donato verrà raccolto dai volontari e suddiviso in base alle tipologie di prodotto, in scatoloni. Poi verrà portato al centro di raccolta e di lì smistato tra i Comuni per poi finire nelle famiglie dove c’è bisogno di un sostegno.

Marcella e Dino Gandelli della San Vincenzo erano l’anima dell’iniziativa

Da molti anni di occupavano di coordinare i numerosi volontari. Era bello per Marcella e Dino vedere anche molti giovani presenti. Anche quest’anno, tra i volontari, ci saranno. Infatti, alla Colletta Alimentare aderisce anche l’istituto Albert di Lanzo. L’eredità dei coniugi Gandelli è passata alle figlie Tiziana e Mara. Che si sono occupate di organizzare il tutto. Tutti pronti, quindi, per dare una mano al prossimo. Raccogliendo tanti chili di alimenti. Negli anni passati la solidarietà è sempre stata alta. Premio ai ciriacesi per la loro collaborazione e generosità. E premio ai volontari per il lavoro profuso ogni anno.