Menu
Cerca

Common Goal Chiellini aderisce al progetto umanitario

Il futuro capitano di Juve e nazionale è il primo italiano ad aderire al progetto di Juan Mata.

Common Goal Chiellini aderisce al progetto umanitario
Cronaca Torino, 16 Gennaio 2018 ore 18:03

Common Goal Chiellini entra a far parte della scquara ci calciatori (e non solo) che hanno scelto di donare l’1% del loro stipendio lordo.

Common Goal Chiellini

Kasper Schmeichel, del Leicester, Mats Hummels del Bayern Monaco, Juan Mata del Manchester United, Shinji Kagawa, del Borussia Dortmund. E poi c’è allenatore Julian Nagelsmann dell’Hoffenheim.

Sono solo alcuni dei nomi del mondo del calcio che hanno aderito al progetto Common Goal: calciatori di tutto il mondo rinunciano all’1% lordo del compenso. La somma raccolta va in beneficenza.
A fare parte di questa splendida squadra anche il nostro Giorgio Chiellini.

Un’idea di Juan Mata

Common Goal nasce da un’idea di Juan Mata, campione del Manchester United. L’ispirazione gli è venuta dopo la vittoria della Champions League da parte del Chelsea in casa del Bayern nel 2012. “Vedevo compagni da Repubblica Ceca, Brasile, Nigeria, Costa d’Avorio. Che hanno vissuto la guerra o la povertà. Io sono cresciuto in una famiglia agiata: mi sento fortunato per questo” ha raccontato Mata.

Chiellini il primo italiano

Sono tanti i progetti realizzati in appena quattro mesi dalla sua effettiva nascita: in India, Colombia e Germania.
Chiellini in Italia è stato il primo ad aderire al progetto e lancia un appello ai suoi colleghi perchè lo seguano in questo progetto umanitario.