Cronaca

Danneggiata la statua del Santo Bambino a San Giusto

Nelle vicine scuole vi sono anche delle telecamere che però sono indirizzate verso l’ingresso degli alunni ed il passaggio pedonale.

Danneggiata la statua del Santo Bambino a San Giusto
Cronaca Rivarolo, 05 Aprile 2018 ore 08:32

Danneggiata la statua di san Domenico Savio, il “santo bambino”, che era collocata in una nicchia ad hoc vicino alle scuole a San Giusto.

Danneggiata la statua di san Domenico Savio

Un atto vandalico o un gesto involontario? Magari una pallonata? È forse questa la domanda che si sarà posto chi, di passaggio, ha transitato nei giorni scorsi vicino alla nicchia che conservava una bella e semplice statua del “santo bambino”. E’ stata infatti danneggiata la statua di san Domenico Savio, restaurata e posta nella sua nuova posizione nel 2008. La scultura appartiene alla famiglia Prono. Un santo giovane collocato vicino alle scuole forse non per caso. Dunque un giovane santo vicino alla gioventù sangiustese da osservare e proteggere. Fino a poco tempo fa, c’era anche una copertura in plexiglas opaco di protezione. E’ stata rimossa dai proprietari poiché deteriorata dal tempo.

Atto vandalico o ragazzata?

Tuttavia, in attesa di sostituire la protezione, purtroppo, l’amara sorpresa. E’ stata infatti danneggiata la statua del santo. Da qualche tempo, si notava la testa dell’opera mozzata da qualcuno. Ma non finisce qui. Qualcuno, forse perché lo riteneva un innocente e divertente gioco, ha più volte spostato la posizione della stessa. Collocando altresì la testa nelle più disparate posizioni nell’arco d’una stessa giornata. Col viso ai piedi del santo rivolto a terra o sulla via, incastrata in alto all’altezza del collo. Giovedì scorso, in attesa di cercare di restaurarla, la statua è stata rimossa dai legittimi proprietari.

Testa mozzata

“Ci auguriamo che sia stato un gesto involontario. – sottolinea Franca Demarchi. - Magari una pallonata di qualche ragazzo che giocava nei dintorni. Questa è una statua datata. Da tempo proprietà della nostra famiglia fin prima che facessimo lavori alla casa vicino alle scuole comunali. Ora cercheremo di ripararla, dunque. Non si sono staccati molti pezzi e la testa combacia abbastanza bene col collo. Al più presto cercheremo quindi di ricollocarla dove da anni è posizionata. Pensando anche ad una protezione ancor più adeguata”. Danneggiata la statua, i dubbi di atto vandalico rimangono. Nelle vicine scuole vi sono anche delle telecamere che però sono indirizzate verso l’ingresso degli alunni ed il passaggio pedonale. Probabile che, anche visionando i filmati, non si veda ciò che è realmente successo.

Seguici sui nostri canali