Menu
Cerca

Dopo l’incendio nel Canile di Rivarolo, c’è bisogno di cibo per gli “amici a quattro zampe”

Chi volesse dare una mano ai volontari può aiutarli col il cibo, in scatola, anche quello andato distrutto nel rogo causato, stando alle risultanze degli investigatori, per un corto circuito.

Dopo l’incendio nel Canile di Rivarolo, c’è bisogno di cibo  per gli “amici a quattro zampe”
18 Agosto 2016 ore 16:00

Chi volesse dare una mano ai volontari può aiutarli col il cibo, in scatola, anche quello andato distrutto nel rogo causato, stando alle risultanze degli investigatori, per un corto circuito.

A seguito dei danni provocati dall’incendio scoppiato a Ferragosto, chi volesse dare una mano ai volontari del rifugio di Rivarolo può aiutarli nel ripristinare le risorse per gli amici a quattro zampe, andate distrutte nelle fiamme. Stando agli accertamenti condotti, il rogo è stato provocato da un corto circuito nell’area adibita a magazzino, dove erano contenute soprattutto coperte e il cibo destinato ai cani. Tutto andato perduto. Per questo, attraverso il Canavese, l’appello a chiunque volesse e potesse supportare il gruppo di volontari del Canile dove ora c’è bisogno di cibo per gli amici a quattro zampe. “In particolare cibo in scatola e non crocchette”, fanno sapere i volontari.