E' il 95° Abbraccio Alpino

Caselle Torinese ha festeggiato il suo storico Gruppo di Penne Nere.

E' il 95° Abbraccio Alpino
Torino, 10 Settembre 2018 ore 07:52

E' il 95° Abbraccio Alpino. A Caselle Torinese.

E' il 95° Abbraccio Alpino

Caselle in festa per l' “Abbraccio Alpino”! La manifestazione si è tenuta sabato 8 e domenica 9 settembre. Per celebrare il 95° anniversario di fondazione del Gruppo Alpini. Si è partiti nel pomeriggio di sabato 8 settembre con “Muli & Cavalli”. L'evento si è svolto in piazza Falcone. Gli organizzatori hanno allestito un percorso riservato alle auto da corsa. Quindi è seguito il flash mob. La messa è stata officiata nel cortile del Centro Incontro Anziani. In serata si è svolto il concerto della “Fanfara Montenero” in piazza Boschiassi. Quest'appuntamento è stato proposto dalla “Libera Associazione Commercianti e Artigiani”.

Sfilata tricolore

Domenica 9 settembre i partecipanti si sono ritrovati alla sede del Gruppo Alpini di via Bona. Quindi è seguito l'alzabandiera in piazza Boschiassi. Hanno presenziato le autorità comunali e oltre cento gagliardetti. Il gruppo si è spostato in piazza Europa per la deposizione della corona d'alloro al monumento. Si sono così ricordati i soci che “sono andati avanti”.

Discorsi delle autorità

Sul palco di piazza Merlo si sono tenuti i discorsi ufficiali.  E' intervenuto il capogruppo Giuseppe Baietto: “Ringrazio tutti i volontari, i Vigili del Fuoco Volontari e l'Amministrazione comunale”. Si è anche ricordato Gianfranco Revello. Il compianto presidente sezionale. Recentemente scomparso. Ha affermato il sindaco Luca Baracco: “Oggi commemoriamo Gianfranco Revello che nel 2013 era con noi per il novantesimo delle Penne Nere”. Quindi si è concluso con un breve discorso dell'attuale presidente Guido  Vercellino. La mattinata è terminata al Prato Fiera con l'ingresso del vessillo sezionale. Le vetrine dei negozi sono rimaste aperte per mostrare le decorazioni a tema. I negozianti hanno esposto il logo dell' “Abbraccio Alpino” ideato da Alessandro Loponte. La giornata è proseguita con il pranzo sotto il palatenda. Poi l'Ammainabandiera con l'arrivederci al 2019.