Menu
Cerca

Estate in montagna: ecco dove andare per risparmiare… anche nelle Valli di Lanzo

Un ricco itinerario predisposto dall'Uncem con le Unioni Montane

Estate in montagna: ecco dove andare per risparmiare… anche nelle Valli di Lanzo
30 Giugno 2017 ore 14:41

Un ricco itinerario predisposto dall’Uncem con le Unioni Montane

VALLI DI LANZO. L’estate in montagna, a prezzi anticrisi e all’insegna del benessere, si prepara a numeri importanti. Da luglio a settembre, nelle località alpine delle valli torinesi, cuneesi, biellesi, del Verbano Cusio Ossola, in Valsesia e anche nell’Appennino ligure e astigiano. È ricchissima l’offerta di itinerari predisposta da Uncem Piemonte in accordo con le Unioni montane, grazie alla collaborazione con due tour operator, Trekking Biellese by Anthora Tour Operator e Bus Company Linea Verde Giachino. Da Oropa alla Val Maira, passando per Valli di Lanzo e Valle Po, da un giorno a una settimana, nella sezione Itinerari del sito internet Bottega dell’Alpe (all’indirizzo web http://www.bottegadellalpe.it/itinerari/) si trovano proposte per tutti i gusti, all’insegna di cultura, relax, svago, sport, enogastronomia, artigianato tipico, devozione. Ambiente, paesaggio, comunità accoglienti sono gli altri ingredienti chiave voluti da Uncem con i tour operator.  “Le Unioni montane di Comuni del Piemonte – spiega Paola Vercellotti, vicepresidente Uncem Piemonte – hanno fornito ai tour operator indicazioni e luoghi da inserire negli itinerari. Chi vuole passare un giorno o una settimana nelle nostre magnifiche valli può sfogliare il catalogo on line, scegliere il pacchetto che preferisce e contattare il tuor operator”. Gli itinerari si rivolgono in particolare a famiglie e terza età. Uncem ha invitato a scegliere la montagna i sindacati dei pensionati, le università della terza età, le Pro Loco, tutte le associazioni che organizzano soggiorni turistici estivi e sono alla ricerca di soluzioni efficaci che uniscano relax, svago, bellezze naturali e comunità ospitali. “Su questi punti la montagna deve puntare oggi – prosegue Vercellotti – per diversificare un’offerta capace di incontrare una domanda sempre più specifica, che vuole il massimo a prezzi adeguati. Scegliere la montagna per questa estate 2017 vuol dire anche sostenere strutture ricettive, turistiche, artigianali, agricole e commerciali che tengono in vita tutto l’anno paesi e territori. Nell’Anno dei Borghi voluto dal Ministero del Beni culturali e del Turismo, i nostri villaggi alpini, tutti i territori, sono pronti ad accogliere i turisti, con un sorriso”.