Denunce e arresti

Famiglie violente padri che picchiano col martello, mogli violate

Nelle ultime 48 ore storie unite da un sottile filo rosso (sangue) di dolore e soprusi.

Famiglie violente padri che picchiano col martello, mogli violate
Rivarolo, 16 Luglio 2020 ore 09:55

Famiglie violente tra padri che aggrediscono moglie e figlio a colpi di martello e donne picchiate per gelosia.

Famiglie violente

Sono storie, purtroppo vere, che si sono registrate nelle ultime 48 ore e che hanno tutte un sottile filo rosso (sangue) che le lega: la violenza in famiglia. E’ di alcuni giorni fa la notizia del figlio che ha ucciso i genitori a coltellate al termine di una lite. Sono di queste ore, invece, queste tragici fatti

Madre 80enne

Ha aggredito verbalmente la madre 80enne al culmine di un litigio. E’ successo a Giaveno dive i carabinieri della Stazione hanno denunciato un italiano di 49 anni per maltrattamenti. I carabinieri sono intervenuti, dopo una segnalazione al 112, per una lite in famiglia. Sono stati alcuni vicini a chiamare i carabinieri per denunciare le continue liti tra madre i figlio. Umiliazioni e prepotenze che duravano ormai da qualche tempo. L’uomo dopo aver litigato con la madre per futili motivi l’ha aggredita verbalmente per l’ennesima volta. La vittima ha detto che le aggressioni e le umiliazioni duravano da molto tempo e di non aver mai presentato denuncia .

A martellate

Ha aggredito il figlio di 22 anni e la moglie di 61 anni con due martelli. E’ accaduto a Candia. Un italiano di 63 anni è stato arrestato per maltrattamenti. Un vicino di casa ha segnalato al 112 un violento litigio in un appartamento del condominio.
I carabinieri sono arrivati immediatamente e hanno sorpreso l’uomo che parlava con la moglie e la minacciava con due martelli.
La vittima ha denunciato ai militare dell’Arma che le violenze fisiche e psicologiche duravano ormai da due anni. Madre e figlio sono stati accompagnai all’ospedale di Chivasso per essere visitati e medicati. La prognosi per entrambi è stata di tre giorni per contusioni varie.

Marito irascibile

Famiglie violente anche a Moncalieri. Ha telefonato ai carabinieri dopo l’ennesima aggressione da parte del marito troppo irascibile. L’uomo, un italiano di 56 anni, sotto l’effetto di alcol, ha aggredito le figlie, di 15 e 21 anni, e la moglie, senza alcun motivo. I carabinieri sono intervenuti immediatamente e hanno fermato l’uomo in casa, che non ha opposto nessuna resistenza. La donna ha precisato che non era la prima volta e che le minacce e le botte duravano da qualche tempo. L’uomo è stato arrestato, mentre la moglie e le figlie sono state accompagnate all’ospedale per essere medicate. Sono state dimesse con una prognosi di sette giorni per contusioni varie. I carabinieri hanno sequestrato due fucili dell’uomo regolarmente detenuti.

Gelosia morbosa

Era convinto che la convivente lo tradisse con un altro condomino. Era diventato un rapporto malato, tant’è che la donna, un’italiana di 40 anni, dopo cinque anni di convivenza, ha denunciato ai carabinieri della Stazione Regio Parco il proprio compagno, un italiano di 56 anni. Da qualche mese, l’uomo ha iniziato a maltrattare e pedinare la donna e spesso la fermava per strada per interrogarla e chiederle chi fosse il suo amante. L’uomo è stato arrestato in flagranza mentre pedinava la donna.

Maurizio Vermiglio
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità