Cronaca
Nel momento del bisogno

Fidas di Rivarolo: boom di donazioni dal mese di marzo

Grande atto di generosità da parte dei canavesani nel pieno dell'emergenza sanitaria.

Fidas di Rivarolo: boom di donazioni dal mese di marzo
Cronaca Rivarolo, 30 Maggio 2020 ore 15:59

Fidas di Rivarolo: boom di donazioni dal mese di marzo. Grande atto di generosità da parte dei canavesani nel pieno dell'emergenza sanitaria.

Fidas di Rivarolo

In un momento delicato come quello che stiamo attraversando, con il Coronavirus che in Italia ha fatto migliaia di vittime, mettendo a dura prova tutto il comparto sanitario nazionale, uno splendido esempio di attenzione e solidarietà nei confronti di chi più ha bisogno arriva dai donatori del territorio dell'Alto Canavese, in particolare dalla Fidas di Rivarolo. I riscontri fatti registrare in queste settimane di paura ed ansia per una pandemia che di fatto ha bloccato l'intero Paese «parlano» di persone che non hanno mai dimostrato titubanza, adeguandosi alle norme di sicurezza e facendo il «proprio dovere» affinché la riserva di sangue a disposizione degli ospedali italiani non venisse meno.

La parola al presidente

E' il caso, per esempio, della Fidas di Rivarolo, la quale di recente ha nuovamente dato vita ad un appuntamento al fine di raccogliere più sacche possibili. Piena la soddisfazione espressa da Fabrizio Gallo, presidente del comitato rivarolese, che plaude naturalmente i donatori che hanno mostrato grandissima sensibilità. «Va dato merito ai nostri associati del fatto che, nonostante la situazione, hanno risposto costantemente alle nostre “chiamate”. Addirittura sono aumentate le donazioni dal mese di marzo in poi, superando abbondantemente il centinaio ed arrivando sino a quota 168 totali. In più ad aprile sono state pure raccolte ben 50 sacche di plasma».

Lo staff

Fondamentale il lavoro dello staff che coordina le giornate insieme al personale medico: «Un grazie enorme e sincero mio personale va come sempre al gruppo della Fidas che lavora non solo per organizzare le varie giornate di donazione, ma che in questo periodo si occupa pure di gestire la questione sicurezza, come ad esempio la sanificazione dei locali, che è avvenuta proprio in questi giorni. Per la sezione sangue intero sono il vice presidente Ezio Re, Silvio Rostagno, Celestino Marchetti e Pasquina Lorenzatto, mentre per la sezione plasma sono il secondo vice presidente Salvatore Silvestri, Fervida Pavan ed Aurelio Allamprese.