Gli Snoopi hanno festeggiato i 45 anni di teatro

Un anno speciale per gli appassionati che continuano una tradizione che dura da quasi mezzo secolo.

Gli Snoopi hanno festeggiato i 45 anni di teatro
Rivarolo, 22 Dicembre 2019 ore 11:36

Gli Snoopi hanno festeggiato i 45 anni di teatro. Compleanno speciale per il gruppo fornese.

Gli Snoopi hanno festeggiato i 45 anni di teatro

Una rassegna speciale prima, quindi un fine settimana intenso e speciale, andato in scena tra il 14 ed il 15 dicembre. Il 2019 del Gruppo Teatrale Snoopi si sta chiudendo alla grande, tagliando per altro un traguardo davvero di tutto rispetto. Perché a ben guardare, la realtà fornese oggi guidata dalla presidentessa Sara Bertot è da quasi mezzo secolo che regala risate, emozioni e tanta allegria a migliaia di appassionati, canavesani e non. Proprio in questi giorni, infatti, gli Snoopi festeggiano i 45 anni da quel primo spettacolo. Correva l’anno 1974 e nella serata del 21 dicembre un manipolo di giovani altocanavesani portarono in scena una commedia preparata sin dall’estate, dal titolo «Metti, una suocera in casa». Da quella «prima volta», sulle tavole dell’oratorio di Forno, di acqua sotto i ponti n’è passata tanta e gli attori e le attrici che hanno fatto parte del gruppo sono stati parecchi.

Una passione immutata iniziata nel 1974

Alcuni di loro recentemente sono tornati a recitare ancora una volta, dando vita ad un momento di unione tra il «vecchio ed il nuovo», accomunati sempre dallo spirito di amicizia e dalla voglia di unità che sono alla base degli Snoopi. «E’ un traguardo importante, di cui siamo molto fieri – dice la presidentessa – perché il tempo passa, ma la forza e l’energia che spingono il gruppo sono gli stessi degli albori». La rassegna è stata un ottimo momento non solo per festeggiare gli Snoopi: «E’ stata pure l’occasione per far sì che Forno si animasse, proponendo a tutta la cittadina un qualcosa di diverso. All’inizio non è stato del tutto recepito il messaggio, ma alla fine il bilancio si può considerare ottimo». La domenica successiva, invece, è stata la volta di un momento conviviale aperto sia ai componenti di ieri e di oggi del gruppo, ma anche al pubblico che li segue. «Abbiamo pensato che sarebbe stato bello condividere la festa con tutti. Ecco il perché di questo “pranzo allargato”».

… e si pensa già allo spettacolo del 2020!

Il 2019 è agli sgoccioli, ma già si guarda al 2020: «Attualmente sono 9 gli attori che calcano il palco e complessivamente siamo in 12 a lavorare agli spettacoli – conclude la Bertot – Naturalmente ogni anno prepariamo uno spettacolo nuovo ed è quello che faremo pure nel prossimo futuro. Intanto, ci soddisfano anche i riscontri ottenuti dai corsi di teatro che vedono coinvolti i giovani. Così si gettano ulteriori basi per il futuro degli “Snoopi”, realtà che rappresenta per noi una tradizione da “coltivare” anche prossimamente».

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve