Cronaca
CIRIE' - L'INTERVISTA

«Ho iniziato suonando la chitarra e la tastiera, poi mi sono dedicata al canto»

Chiara Novero ha 38 anni e fa parte dell'orchestra e coro «I Music Piemonteis» di Ciriè. Il suo talento per il canto è stato scoperto dall'ex maestro Ugo Bairo

«Ho iniziato suonando la chitarra e la tastiera, poi mi sono dedicata al canto»
Cronaca Ciriè, 26 Marzo 2021 ore 11:30

«Ho iniziato suonando la chitarra e la tastiera, poi mi sono dedicata al canto»

«Ho iniziato suonando la chitarra e la tastiera,
poi mi sono dedicata al canto»

«In futuro, quanto torneremo a incontrarci, apprezzeremo maggiormente la possibilità di suonare assieme» esordisce Chiara Novero, 38 anni, volto storico dell'orchestra fiati e coro “Music Piemonteis”. Una formazione musicale che, nel corso dei decenni, ha assunto un ruolo sempre più importante. Sino a pochi anni fa, infatti, ha rappresentato la Regione Piemonte in diversi Paesi del mondo. Infatti commenta Novero: «I “Music” sono per me come una seconda famiglia. Al gruppo devo moltissimo per la mia formazione musicale e personale. Negli ultimi dodici mesi, periodo in cui l'emergenza sanitaria ci ha costretto tra le mura domestiche, ho ripensato a lungo ai soggiorni in giro per il mondo, dagli Stati Uniti d'America a Israele. Mi sento davvero fortunata di far parte del mondo della musica perché mi ha offerto così tante occasioni di conoscere nazioni e culture diverse». Chiara s'accosta alla musica da bambina, nel 1994, anno in cui segue le lezioni con il maestro Ugo Bairo. Prosegue Novero: «Ho incominciato a suonare la chitarra, quindi ho proseguito con la tastiera. Un giorno, mentre svolgevamo le prove, Bairo mi ha sentito cantare. Quindi mi ha detto: “Hai una bella voce, puoi iniziare a studiare canto”. Confesso che tra suonare e cantare preferisco la seconda attività». Così inizia una nuova avventura per Chiara in cui, insieme agli strumenti musicali, avvia lo studio del canto lirico moderno e sax tenore. Scopre così di possedere una voce da soprano. A partire dal 2007 è anche presentatrice dei concerti. Interviene Novero: «Il passaggio del testimone da Angela Tibaldi alla sottoscritta è avvenuto durante il concerto dedicato alla mamma, a maggio 2007, nell'auditorium dalla “Bruno Ciari”. Nel 2000 sono diventata maestra di chitarra e canto corale all'interno dell'orchestra e nel 2015 ho assunto la carica di vicepresidente dei “Music 4.0”». Con l'istituzione della “zona rossa” in Piemonte le lezioni musicali si sono fermate. Tuttavia resta l'entusiasmo per un'arte che attira ogni anno parecchi neofiti. Nonostante la cultura sia stata messa in pausa, in Chiara Novero resta l'entusiasmo per un'arte che attira ogni anno parecchi neofiti: «Grazie alla pandemia ho imparato ad apprezzare le piccole cose. L'equilibrio mentale che solo la musica è capace a creare e l'opportunità di passare più tempo con i miei figli a cui sto insegnando anche a suonare il pianoforte. Purtroppo non è più possibile incontrarsi per provare pezzi di musica d'insieme. Nonostante ciò abbiamo cercato di proporre delle esibizioni virtuali dove ciascuno suona da casa il proprio brano. Successivamente gli spezzoni vengono assembrati e proposti on-line. Sono convinta che l'emergenza sanitaria un giorno cesserà. E allora potremo ritornare a riunirci. Ripartiremo più forti e determinati di prima a intrattenere il nostro pubblico».