Menu
Cerca

I boschi bruciano: l’allarme Coldiretti

I boschi delle "Terre Alte" bruciano e i danni sono già rilevanti

I boschi bruciano: l’allarme Coldiretti
23 Ottobre 2017 ore 20:42

I boschi delle “Terre Alte” bruciano e i danni sono già rilevanti

Allarme Coldiretti. Il presidente della Coldiretti di Torino, Fabrizio Galliati: “La montagna va difesa in tutti i modi dal pericolo degli incendi. La recente legge in difesa dei piccoli comuni, con meno di 5mila abitanti, intende arginare lo spopolamento e promuove una economia sostenibile. Da anni lavoriamo a provvedimenti di ricomposizione fondiaria dei territori montani che riducano la parcellizzazione e frammentazione dei territori. Tutto questo perché siamo coscienti che la tutela e la manutenzione del bosco e delle foreste, svolta dalla imprese agricole montane è, da sempre, la più efficace forma di difesa e presidio dei territori montani. Coldiretti è altresì impegnata a costituire e sostenere le filiere della manutenzione del bosco. Chiediamo agli enti locali politiche a sostenere delle imprese agricole montane multifunzionali che presidiano e difendono il territorio».

Ultimi anomali incendi. Michele Mellano, direttore Coldiretti Torino, aggiunge: «Gli ultimi anomali incendi di autunno sono la punta dell’iceberg di una stagione drammatica che ha visto a livello nazionale andare a fuoco 140mila ettari di bosco andati a fuoco dall’inizio dell’anno, il triplo del 2016. In Piemonte è caduta il 98 per cento di pioggia in meno rispetto alla media nella prima decade di ottobre. Le precipitazioni sono state abbondantemente sotto la media in tutti i mesi del 2017 fatta eccezione di febbraio. Il risultato è lo smog nelle città, la siccità nelle campagne e il verificarsi di incendi del tutto insoliti nella stagione autunnale per effetto della vegetazione secca”

Emergenza  boschiva. Nelle foreste andate a fuoco saranno impedite anche tutte le attività umane tradizionali del bosco come la raccolta della legna, dei tartufi e dei piccoli frutti, ma anche quelle di natura hobbistica come i funghi. che coinvolgono decine di migliaia di appassionati. Per ricostituire i boschi andati in fiamme ci vorranno almeno 15 anni per ricostruire i boschi andati a fuoco con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo.