Cronaca
Caselle-Borgaro-Mappano

I centri estivi? Un rebus...

Ancora tanti gli interrogativi...

I centri estivi? Un rebus...
Cronaca Torino, 19 Giugno 2020 ore 13:05

I centri estivi? Un rebus... A Mappano, Borgaro e Caselle la partenza slitta a fine mese per seguire le norme anti-Covid.

Centri estivi rebus

Nei tre Comuni si stanno provando ad allestire dei momenti di socializzazione per i giovanissimi in età scolare. Ma le criticità da superare non sono poche. Infatti sarà necessario osservare le linee guida imposte dal ministero.

 Caselle, forse, da luglio

A palazzo Mosca è ancora tutto da definire. Infatti afferma l'assessore Erica Santoro: “I due bandi di gara sono andati deserti. Cercheremo delle nuove strade per affidare il servizio...”. Considerato che non si sono aperte le iscrizioni, l'attività potrebbe non essere avviata (nella foto centro estivo del 2019) .

Borgaro attende i protocolli sanitari

A fine maggio è stato indetto un sondaggio. Le risposte sono state più basse rispetto al 2019. Per la primaria s'inizierà a data da destinarsi. Per la materna se ne parla a luglio. Afferma l'assessore Pina Fabiano: “Siamo in attesa che gli organi competenti rispondano alla richiesta di avere dei protocolli sanitari univoci e condivisi. L'istanza è stata inoltrata all'assessore alla sanità regionale Luigi Icardi. Speriamo d'avere riscontri quanto prima”.

A Mappano aumenti del 20%

Nel municipio di piazza don Amerano si sta perfezionando il bando di gara per partire lunedì 29 giugno. Commenta il vicesindaco Paola Borsello: “I costi sono raddoppiati per l'incidenza del numero di educatori in rapporto al numero dei bambini. L'inevitabile aumento delle tariffe verrà contenuto entro il 20%”.