Il vicesindaco Metropolitano Marocco chiede fondi certi per strade e infrastrutture

"Giusta una ricognizione sullo stato dell’arte della rete piemontese” continua il vicesindaco metropolitano Marocco. "Ma forse i tempi della richiesta andrebbero dilazionati".

Il vicesindaco Metropolitano Marocco chiede fondi certi per strade e infrastrutture
Rivarolo, 31 Agosto 2018 ore 09:39

Dal Ministero ci vogliono fondi certi per strade e infrastrutture viarie. Si tratta infatti delle parole del vicesindaco metropolitano Marocco sulla ricognizione chiesta dal Ministero.

Così parlò il vicesindaco metropolitano Marocco

“La Città metropolitana ha già da tempo programmato gli interventi necessari alle proprie infrastrutture: quel che è necessario è la certezza dei fondi”. Così commenta il vicesindaco Marco Marocco al termine della riunione che si è tenuta giovedì 30 agosto su convocazione del Provveditorato alle opere pubbliche. Marocco ha partecipato infatti all'incontro insieme a rappresentanti della Regione Piemonte, dell’Anci, dell’Upi e delle province piemontesi.

Ricognizione richiesta

“È giusto che ci sia una ricognizione sullo stato dell’arte della rete piemontese” continua il vicesindaco metropolitano Marocco. "Ma forse i tempi della richiesta andrebbero dilazionati. Ieri infatti ho sollecitato i Comuni a far pervenire le schede al Ministero sulle condizioni delle loro strade. Ma certo sono più in difficoltà di quanto possono esserlo Città metropolitana e province”.

Fondi certi

“La Città metropolitana ha già programmato interventi non solo per quanto riguarda ponti e viadotti, ma per l’intera rete stradale, dalle gallerie alle strade di montagna. Sarà importante non ripetere più quelle scelte sbagliate fatte dai precedenti governi. Non vorrei” conclude il vicesindaco metropolitano Marocco “che concentrando l’attenzione su alcune grandi infrastrutture spunti qualche ulteriore “taglio” anziché garantire fondi certi e continui per la manutenzione e la messa in sicurezza di tutte le strade”.