Cronaca

Inventa furto di identità per nascondere la scappatella sexy

Protagonista della vicenda picaresca un 40enne residente in Valsesia. Era stato beccato a mandare frasi e foto spinte.

Inventa furto di identità per nascondere la scappatella sexy
Cronaca Torino, 22 Maggio 2018 ore 15:34

Inventa furto di identità per nascondere la scappatella sexy. Il protagonista della vicenda è un 40enne valsesiano. Lo raccontano i colleghi di notiziaoggi.it.

Inventa furto di identità

Mandava frasi hot ad un’altra donna sui social network, scoperto dalla fidanzata, ha spiegato di non essere lui l’autore dei messaggi, ma un hacker. Uno sconosciuto secondo l’uomo gli aveva rubato la password e agiva al suo posto. Evidentemente un reato informatico. Quindi, insieme alla compagna, sporge denuncia ai carabinieri di Romagnano. Peccato che qualche giorno dopo, forse preso dai rimorsi, l’uomo, un 40enne residente in Valsesia, confessi ai militari la finzione. Aveva agito così, ha spiegato, per timore della reazione della fidanzata.

La denuncia

Il trucchetto magari sulle prime ha salvato l’unione dei due ma è costato comunque all’uomo una denuncia per simulazione di reato. Il giudice però ha stabilito che l’azione non ha comportato un dolo, in quanto non ha danneggiato niente e nessuno, pertanto nei giorni scorsi l’uomo è stato prosciolto dal tribunale a Novara.
Va detto che i carabinieri, intuendo sin dall’inizio che la storia dell’hacker fosse poco credibile, non avevano avviato alcuna indagine.