Menu
Cerca

Ivrea: inizia la Battaglia delle Arance

Domani, domenica 26 febbraio, prende il via la celebre Battaglia delle Arance. Dopo l’inquadramento dei 54 carri da getto in via Massimo d’Azeglio, alle 14 le nove squadre di aranceri a piedi inizieranno lo scontro con gli aranceri sui carri.

Ivrea: inizia la Battaglia delle  Arance
25 Febbraio 2017 ore 14:43

Domani, domenica 26 febbraio, prende il via la celebre Battaglia delle Arance. Dopo l’inquadramento dei 54 carri da getto in via Massimo d’Azeglio, alle 14 le nove squadre di aranceri a piedi inizieranno lo scontro con gli aranceri sui carri.

Domani, domenica 26 febbraio, prende il via la celebre Battaglia delle Arance. Dopo l’inquadramento dei 54 carri da getto in via Massimo d’Azeglio, alle 14 le nove squadre di aranceri a piedi inizieranno lo scontro con gli aranceri sui carri. Ma anche la mattina sarà piena di momenti emozionanti: dalle tradizionali fagiolate (dalle 9), al giuramento di fedeltà del Magnifico Podestà in piazza Castello (ore 9.30). Alle 10 la Vezzosa Mugnaia, accompagnata dal Generale, farà visita alla fagiolata del Castellazzo in piazza Maretta, mentre alle 10.30 si svolgerà la Cerimonia della Preda in Dora sul Ponte Vecchio. Domenica pomeriggio è anche il momento della seconda uscita della Mugnaia, la più emozionante, quando salirà per la prima volta sul suo cocchio dorato, un’antica carrozza custodita per il resto dell’anno all’ingresso del municipio cittadino. Il Generale e lo Stato Maggiore la seguono a cavallo, così come i Credendari e gli Abbà. Il Podestà invece è scortato sul suo carro dai Credendari a cavallo. I Pifferi e Tamburi accompagnano il Corteo e la banda suona la Canzone del Carnevale. Si tratta di un momento speciale, poiché è in questa occasione che le due anime del carnevale si incontrano: i personaggi storici salutano gli aranceri che con la loro battaglia animano le piazze. Al passaggio del Corteo il lancio delle arance si interrompe per lasciare spazio a caramelle, gianduiotti, mimose e ranuncoli tirati dalla vezzosa Violetta a bordo del cocchio: l’aiutano le damine e il marito Toniotto che la segue su un carretto carico di fiori e dolciumi.Ma le emozioni non finiscono. La Mugnaia, accompagnata dal Generale, assisterà allo spettacolo pirotecnico in suo onore in Lungo Dora dal terrazzo del Moreno, che nel 1.200 fu residenza della famiglia nobiliare eporediese Degli Stria. Subito dopo si svolgerà il Gran Ballo in onore di Violetta nel bellissimo teatro cittadino, Giacosa. Popolare, giovane, inclusivo: queste le caratteristiche che avrà il Gran Galà. Biglietti alla portata di un pubblico più ampio (25 euro con consumazione) e un programma fresco e giovane (animazioni, artisti di strada e la musica di dj Greg). Le porte si apriranno alle 22 per permettere al pubblico di arrivare prima della Mugnaia che farà il suo ingresso, accompagnata dal Generale, alle 22.30 per aprire le danze sulle note della Canzone del Carnevale. I biglietti si possono ancora acquistare presso: Il Contato del Canavese, La Galleria del Libro e presso il Villaggio Arancio dello Storico Carnevale di Ivrea in piazza Ottinetti.