Menu
Cerca
In lutto

La Croce bianca Volpianese piange la scomparsa di Mauro Mantovani

Mauro lascia la moglie Angelica e la figlia Veronica.

La Croce bianca Volpianese piange la scomparsa di Mauro Mantovani
Cronaca Volpiano, 20 Dicembre 2020 ore 11:32

Sono giorni di lutto a Volpiano e nel mondo della Croce bianca locale per l’improvvisa scomparsa del conosciuto e ben voluto 54enne Mauro Mantovani.

La Croce bianca volpianese piange Mauro Mantovani

Una presenza forte e quotidiana che da anni era diventata una delle colonne portanti dell’associazione. Una perdita che lascia un vuoto enorme. Si è spento all’età di 54 anni nella giornata di martedì 8 dicembre Mauro Mantovani, residente a San Mauro Torinese e dipendente della Croce Bianca Volpianese. Mauro lascia la moglie Angelica e la figlia Veronica. «Una notizia che non avremmo mai voluto ricevere» scrivono sui loro canali social gli associati della CBV. Per ricordarlo, hanno pubblicato un video in cui dedicano al loro collega un «minuto di sirene».

Un minuto di sirene

«Per noi non c’è differenza tra volontari e dipendenti – spiega il presidente della Croce Bianca Volpianese Franco Goia – perché tutti insieme facciamo parte dello stesso gruppo. Sentiamo fortemente la sua mancanza. Potevi trovare Mauro in sede tutti i giorni, sempre pronto a dare una mano”. Mauro Mantovani ha iniziato la sua esperienza nel sodalizio locale 8 anni fa. Dopo la riscontrata positività al coronavirus, è stato ricoverato ma purtroppo si è dovuto arrendere. Anche nel momento più difficile, quello del funerale, la famiglia della Croce Bianca Volpianese ha voluto far sentire la sua calorosa presenza ad Angelica, moglie di Mauro e per anni volontaria proprio nella Croce Bianca Volpianese.

L’ultimo saluto

I funerali si sono svolti sabato 12 dicembre presso la Chiesa di San Benedetto Abate di San Mauro Torinese. La cerimonia è iniziata alle ore 11.30. Una folta delegazione di volontari e dipendenti ha voluto presenziare al rito funebre indossando la divisa di ordinanza, così come ha fatto la moglie Angelica. «Proviamo un dispiacere enorme – conclude il presidente Franco Goia – in questo momento i nostri pensieri vanno alla moglie Angelica, già volontaria della nostra associazione, e alla loro figlia Veronica. E’ una famiglia che si è sempre spesa per gli altri e che era fortemente attaccata all’attività di volontariato. Non possiamo che restare loro vicini in questi giorni difficili».