La prima Casa Passiva del Piemonte è a Ciriè

All'inaugurazione erano presenti anche gli assegnatari degli immobili che sono in tutto quattordici.

La prima Casa Passiva del Piemonte è a Ciriè
Ciriè, 25 Luglio 2018 ore 19:45

La prima Casa Passiva del Piemonte è a Ciriè.

La prima Casa Passiva del Piemonte è a Ciriè

E' stata inaugurata nel pomeriggio di oggi, mercoledì 25 luglio, la prima Casa Passiva realizzata in Piemonte. Erano presenti anche gli assegnatari delle nuove unità immobiliari situate in Strada Case Sparse Battandero. Quella che diventerà presto via Nicola Grosa. A dare il  benvenuto ai numerosi presenti è stato il sindaco Loredana Devietti, affiancata dall'assessore alle Politiche Sociali Andrea Sala.

Devietti: "Grazie all'ex sindaco Brizio e all'ex assessore  Capasso"

Il primo cittadino non ha dimenticato, nei suoi numerosi ringraziamenti chi per primo ha dato via, con Atc al progetto della Casa Passiva. Vale a dire l'ex sindaco Francesco Brizio e l'ex assessore alla Casa e politiche sociali Luca Capasso. Erano presenti entrambi alla cerimonia di inaugurazione. Che ha visto anche una rappresentanza della Regione Piemonte, oltre ai vertici Atc rappresentati dal presidente Marcello Mazzù e dai progettisti che hanno progettato e poi fatto realizzare l'immobile.

Un totale di 14 alloggi distribuiti su tre piani

Non c'è che dire: la struttura è innovativa. Non ci sono i classici mattoni a formare i muri, ma materiali particolari idonei per trattenere il calore. Facilitati anche dalla  copertura di un cappotto e dalla sistemazione di infissi dove, i vetri sono addirittura tre. Edilizia sostenibile che ha studiato nei minimi particolari la collocazione delle stanze e le ha arredate. Ovviamente con elettrodomestici a basso consumo.

"Trattate bene questi alloggi, qualcuno potrebbe venire dopo di voi"

E' la raccomandazione ai destinatari degli alloggi, fatta dal presidente Ayc (che con Environment Park e Regione Piemonte) hanno dato vita alla prima Casa Passiva di tutta la Regione. "Abbiamo predisposto un vademecum con regole di utilizzo degli alloggi. In modo che possiate sfruttarne al meglio le caratteristiche e funzionalità. - ha detto Mazzù, Atc - Abbiate cura di questi immobili che potrebbero essere utilizzati da altre persone in futuro". Alla fine, la visita degli alloggi, per toccare con mano le loro caratteristiche.