Borgaro Torinese

La protesta: “La filiale del Sanpaolo non deve chiudere”

I rapporti con la clientela saranno trasferiti alla sede di Caselle dal 21 settembre.

La protesta: “La filiale  del Sanpaolo non deve chiudere”
Torino, 28 Agosto 2020 ore 08:17

La protesta: “La filiale del Sanpaolo non deve chiudere”. A Borgaro Torinese si vuole scongiurare la chiusura  di Intesa in  via Santa Cristina. Settembre il mese decisivo.

Protesta a Borgaro

Lo spostamento sarà operativo dal 21 settembre 2020. Comunicano dall’istituto di credito Intesa: “La decisione è stata presa nel contesto di un piano di razionalizzazione generale della presenza della banca, in corso su tutto il territorio nazionale, ed è stata comunicata alle istituzioni locali nei primi giorni di luglio. I rapporti con la clientela saranno trasferiti automaticamente dalla banca nella filiale di Caselle Torinese di via Cravero 68/70. Non è stato possibile mantenere gli sportelli automatici”. Ci potrà rivolgere alla tabaccheria Adriano di via Gramsci per ricaricare le carte di credito.

Approvato l’ordine del giorno

Gli amministratori locali sono rimasti sbigottiti. Così è stato presentato un ordine del giorno nell’ultimo consiglio comunale, svoltosi in videoconferenza. Da quel momento in avanti sono iniziate le trattative per fermare lo smantellamento della banca Intesa Sanpaolo di Borgaro. Afferma il primo cittadino Claudio Gambino: “Cercheremo di trovare un accordo”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità