Menu
Cerca
Il Comune di Oglianico ha partecipato ad un bando

Lavori per 360mila euro investiti per il la sicurezza a livello spondale

Le opere di messa in sicurezza previste nelle zone di San Grato e di San Francesco Benne.

Lavori per 360mila euro investiti per il la sicurezza a livello spondale
Cronaca Alto Canavese, 04 Aprile 2021 ore 01:04

Oglianico intervieme con una serie di opere. Lavori per 360mila euro investiti per il la sicurezza a livello spondale.

Lavori per 360mila euro investiti per il la sicurezza a livello spondale

Non solo recupero della torre del ricetto e progetto per il rifacimento del ciottolato che caratterizza il centro storico cittadino. L’Amministrazione comunale oglianicese si sta prodigando anche per le zone che non riguardano direttamente il concentrico. Grazie all’arrivo nelle casse del Municipio di ulteriori finanziamenti legati ad un bando sulla messa in sicurezza del territorio, verranno realizzati degli importanti lavori a livello spondale.

I soldi sono arrivati grazie alla partecipazione ad un bando

«La cifra a disposizione è consistente, aggirandosi intorno ai 360mila euro – spiega la sindaca di Oglianico, Monica Vacha – Abbiamo deciso di partecipare a questo bando ed alla fine, con grande soddisfazione di Amministratori e uffici competenti, siamo riusciti a rientrare nel gruppo dei comuni che otterrà i finanziamenti». L’affidamento dell’appalto dovrà essere completato entro il prossimo mese di ottobre: «Come sempre siamo impegnatissimi nel correre dietro alle esigenze della burocrazia, ma grazie a questi fondi possiamo realizzare degli interventi che sono indubbiamente necessari».

Interessate le zone di San Grato e San Francesco Bene

Due in particolare le zone che saranno interessate dagli interventi di messa in sicurezza delle sponde franate: «Si tratta di località San Grato e di frazione San Francesco Benne. Queste opere confermano pure l’attenzione da parte nostra nei confronti delle problematiche che interessano l’intera comunità». E dall’Amministrazione arriva anche una piccola «punzecchiatura» nei confronti dell’opposizione consiliare: «Quando abbiamo messo in votazione in Consiglio questo punto all’ordine del giorno la minoranza ha votato contro. Ci dispiace che che la scelta di intervenire per il bene delle borgate e delle frazioni non sia stata apprezzata come invece ci saremmo aspettati».