zona porta palazzo

Nutrie impiccate al balcone per cucinarle, scandalo sul web… ma sono polli

Bestie morte appese sul balcone in pieno centro a Torino: pronto intervento dei veterinari Asl e della Polizia municipale.

Nutrie impiccate al balcone per cucinarle, scandalo sul web… ma sono polli
Cronaca Torino, 29 Dicembre 2020 ore 18:20

Nutrie impiccate sul balcone, forse per far frollire meglio la carne e poi cucinarle… Chissà secondo quale ricetta! Di sicuro la foto scattata da Alex Bonsignore ha fatto il giro del web creando scalpore. Lo riportano i colleghi di Prima Torino.

Una notizia da prendere col sorriso, se declinata secondo il post su Facebook dell’autore. Un possibile illecito da verificare meglio se vista secondo l’ottica delle Forze dell’Ordine. Sia per l’aspetto animalistico (catturare e impiccare animali selvatici non è consentito) sia per quello strettamente sanitario (la carne dei roditori non è considerata commestibile almeno nella nostra cultura occidentale).

Spiedini di topo e nutrie arrosto

Il tutto succede in centro a Torino, vicino a Porta Palazzo, dove due anni fa i vigili avevano sequestrato in un banchetto nigeriano spiedini di topo e nutrie arrostite. L’usanza sarebbe tipica della cucina etnica dei paesi del Terzo Mondo. Che, anche grazie alla globalizzazione imperante e alla forte immigrazione, sta forse prendendo piede anche in Italia. Subito ha tuonato l’esponente di turno della Destra istituzionale: “È inaccettabile, in questo Borgo quasi tutto è consentito nell’indifferenza delle istituzioni cittadine” il commento a caldo di Patrizia Alessi. Nella Città Metropolitana di Torino, come in molte altre parti del Nord Italia, è in corso un piano di contenimento della nutria. Si tratta infatti di un animale invadente e invasivo, che non teme l’uomo e raggiunge dimensioni spesso preoccupanti (anche 8 kg per 60 cm di lunghezza).

Ma invece sarebbero solo polli

I controlli sono subito scattati, anche in questo caso come due anni fa al mercato. Ebbene, secondo la Polizia municipale e i veterinari dell’Asl prontamente intervenuti a seguito di segnalazioni, è stato accertato che non si tratta di nutrie o altri mammiferi bensì di pollame affumicato. “Gli specialisti veterinari – ha dichiarato agli organi di informazione il Comando della Polizia municipale – hanno concluso che non ci fosse alcuna violazione di norma igienico sanitaria: questo per precisare che le istituzioni non sono affatto indifferenti, almeno per quanto riguarda il Corpo di Polizia della Città di Torino e l’Asl competente”. Niente nutrie impiccate sul balcone o rischi per la salute, dunque, né accanimento anti-animalista. Semplicemente, in questo caso, una poco elegante… “esibizione pubblica” di bestie (commestibili) già morte.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità