Cronaca
Cronaca

Passaggi non separati "negli ospedali in Piemonte è la normalità"

Il NurSind, il sindacato degli infermieri, lo denuncia dall'inizio dell'emergenza per Covid-19

Passaggi non separati "negli ospedali in Piemonte è la normalità"
Cronaca Torino, 19 Aprile 2020 ore 20:12
Passaggi non separati negli ospedali in Piemonte è la normalità.

Passaggi non separati

Quanto accade nel Pronto soccorso di Ciriè con passaggi non separati è ormai diventata la "normalità" e il NurSind, il sindacato degli infermieri, lo denuncia dall'inizio dell'emergenza per Covid-19.  "Non tutto è emergenza, e l’emergenza non è per sempre. Sembra che questo facile concetto non valga per la regione Piemonte", dicono infatti dal sindacato. "La situazione, così come tardivamente documentato da alcuni organi d’informazione, riguardo alla promiscuità dei percorsi puliti e sporchi giace sotto i nostri occhi, peraltro più volte segnalata da Nursind dall’inizio dell’emergenza e che non riguarda il solo ospedale di Ciriè ma la maggioranza dei nosocomi piemontesi".

La denuncia del NurSind

"Infatti nonostante il massimo sforzo di operatori sanitari  e Aziende, la promiscuità dei percorsi e a volte quella del personale inizia già nella tenda del pretriage. Abbiamo più volte evidenziato l’impossibilità talvolta anche strutturale di garantire due percorsi ben distinti per evitare potenziali contagi".

L'accusa alla Regione

"La realtà, purtroppo ci narra la mancanza di una regia regionale che avrebbe permesso di mantenere alcuni presidi covid free, garantendo le cure a chi non ha contratto il virus minimizzando il rischio. Non può certo, come evidente, ricadere sul personale qualsivoglia responsabilità anzi gli infermieri e gli operatori tutti sono vittime di questa situazione. Paghiamo ancora una volta l’insipienza di una regione priva di una qualsivoglia guida  i cui atti si limitano a scimmiottare la vicina Lombardia".
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter