Cronaca
Gruppo da sempre tra i più attivi

Per la Fidas Rivara una festa sociale di nuovo in presenza

E' stata questa l'occasione per premiare i donatori benemeriti che con il loro supporto aiutano tante persone.

Per la Fidas Rivara una festa sociale di nuovo in presenza
Cronaca Alto Canavese, 07 Luglio 2021 ore 10:07

Momento importante per il gruppo, domenica 4 luglio. Per la Fidas Rivara una festa sociale di nuovo in presenza.

Per la Fidas Rivara una festa sociale di nuovo in presenza

Un momento speciale, che ha il sapore del ritorno, per quanto possibile, ad una normalità che ci è mancata per colpa della pandemia. Nella giornata di domenica 4 luglio a Rivara il locale gruppo Fidas si è ritrovato per la tradizionale festa sociale. Un evento in «tono minore» rispetto al passato, ma comunque sentito e partecipato, che è servito a confermare quanto il gruppo sia forte, coeso e continui a fare del suo meglio per aiutare chi ha bisogno.

Premiati, come sempre, i donatori benemeriti

Nell’occasione, dopo il ritrovo in sede è stata la volta della Santa Messa e quindi della premiazioni dei donatori benemeriti. Il diploma è stato consegnato nell’occasione a Lorena Actis Giorgio, Gian Matteo Aloi, Debora Bertino, Walter Brescianini, Andrea Cariani, Mattia Costantino, Elisa Dalla Muta, Stefano Dellacà, Lucia Fassio, Andreea Diana Goran, Luigi Vittorio Lorenzatti ed Adriana Ranghiasci. Medaglia di bronzo, invece, assegnata ad Andrea Basolo, Sabrina Bianco, Stefano Boetto, Fausto Cordì, Debora Renata Massa, Giandomenico Pomatto, Barbara Re, Luana Rostagno, Fabrizio Salato e Mirko Vernetti Rosina.

Le medaglie d'argento e quelle d'oro

Medaglia d’argento, poi, per Simona Bernini, Vanda Irma Bianco, Angelo Buonanni, Fabrizio Coha, Saverio Modica, Fabrizio Pescetto, Emanuela Rossatto, Alessandro Savella ed Ilario Truffa. Una decina le medaglie d’oro, infine, date domenica: per Katia Caputo, Donatella Furfaro e Silvana Tunnera si tratta della prima, per Luca Arcuti, Roberto Costantino, Anna Maria Davito Gara, Antonio Roberto Grosso e Giovanni Tarro Boiro è invece la seconda, mentre per Michele Pescetto e Bruno Sebastiano Riorda si tratta della terza.