Leinì

Una mini piantagione di marijuana nascosta in garage, 36enne nei guai

Rafforzati i controlli antidroga per fermare lo spaccio in città ma anche nei comuni di Mappano e Lombardore.

Una mini piantagione di marijuana nascosta in garage, 36enne nei guai
Cronaca Leini, 20 Dicembre 2020 ore 09:58

Spaccio di droga. I militari dell’Arma scovano una mini piantagione di marijuana nascosta in un garage di Leinì. Nei guai un 36enne. Arrestati anche due pusher.

Mini piantagione di marijuana in garage

Rafforzati i controlli antidroga per fermare lo spaccio in città ma anche nei comuni di Mappano e Lombardore. Nel giro di qualche giorno i militi si sono imbattuti in tre pusher trovati in possesso di sostanze stupefacenti. Le perquisizioni sono frutto del monitoraggio delle zone abituali di spaccio, di pedinamenti, di segnalazioni e di controlli incrociati. E’ stato convalidato l’arresto di un giovane di 20 anni, residente a Vinovo. Il ragazzo che frequentava Leini con lo scopo di adescare giovani clienti, deteneva, ai fini di spaccio, 150 grammi tra hashish e marijuana. Il ragazzo, oltre a del denaro in contanti, è stato trovato in possesso di un bilancino, strumento abitualmente usato per pesare e suddividere le dosi da vendere ai tossicodipendenti.

Pusher nei guai

Venerdì scorso, 11 dicembre, i militi hanno perquisito, in via Montegrappa a Leini, l’abitazione di un canavedsano di 36 anni. Oltre ad avere 100 gr. di marijuana pronta da smerciare, aveva anche una piccola piantagione, nascosta nel proprio garage. Le foglie ricavate dalle piante coltivate nel box erano poste ad essiccare in casa. I militi le hanno trovate appese anche nel guardaroba, accanto ai capi d’abbigliamento. Al giovane, controllato e fermato, è stata sequestrata sia la sostanza pronta allo smercio, sia le piante e l’intera attrezzatura utilizzata per far crescere l’”erba”. La serra indoor era anche dotata di luci speciali per la coltivazione della cannabis usata per lo spaccio.

Operazione dei carabinieri

Nella medesima giornata i carabinieri della locale stazione hanno effettuato un’altra perquisizione. Questa volta sono entrati in un alloggio in via Matteotti. Qui hanno trovato un 39enne in possesso di ketamina, un anestetico usato in chirurgia infantile e veterinaria che a basse dosi diventa uno psichedelico più potente della LSD. L’uomo è indagato per ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. Anche in questo caso la droga è stata posta sotto sequestro dagli uomini dell’Arma.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità