La ragazza lotta al Cto

Ragazza investita a Torino: la giovane busanese resta in gravi condizioni

Prosegue il lavoro degli inquirenti al fine di risalire al mezzo che ha colpito violentemente la canavesana.

Ragazza investita a Torino: la giovane busanese resta in gravi condizioni
Cronaca Alto Canavese, 23 Gennaio 2021 ore 09:05

L'episodio è accaduto martedì scorso. Ragazza investita a Torino: la giovane busanese resta in gravi condizioni.

Ragazza investita a Torino: la giovane busanese resta in gravi condizioni

Purtroppo al momento restano gravi le condizioni della giovane 33enne, originaria di Busano, che martedì è stata investita a Torino. Per ora è ricoverata in prognosi riservata al Cto di Torino, dove sta lottando strenuamente con tutte le proprie forze per riprendersi. La canavesana è stata colpita da un'auto piuttosto grossa, che invece di fermarsi a prestarle soccorsa, si è velocemente dileguata.

Prosegue la ricerca del Suv fuggito

Intanto, prosegue la caccia al Suv pirata che ha quasi ucciso la ragazza, nel tardo pomeriggio del 19 gennaio 2021. Il conducente, in modo assolutamente irresponsabile, non si è fermato a prestare soccorso ed anzi si è dato alla precipitosa fuga. Vari appelli in questi giorni sono stati lanciati anche sui social, al fine di risalire al "pirata della strada" che ha causato l'investimento.

Si mobilitano i social

Per aiutare bnelle ricerche del pirata della strada si sono mobilitati praticamente tutti i social. L’incidente è avvenuto all’incrocio fra Corso Sebastopoli e via Gorizia. Questa la testimonianza di alcuni amici della ragazza ferita (gravemente) e ricoverata in ospedale. "Per quanto riguarda le ricerche del guidatore, nei giorni scorsi abbiamo battuto a tappeto tutta la zona. Le telecamere sono pochissime, soprattutto in via Gorizia direzione via Tirreno, ma qualcosa è stato trovato. Ora i vigili stanno analizzando tutte le informazioni che gli abbiamo dato. Abbiamo parlato con molte persone e mettendo insieme i pezzi stiamo restringendo il cerchio su questo soggetto”.