Ciriè violenta

Risse e sassate: piazza Castello di notte come il "Far West"

Un diciottenne in ospedale con la mandibola fratturata.

Risse e sassate: piazza Castello di notte come il "Far West"
Cronaca Ciriè, 03 Settembre 2021 ore 07:59

Risse e sassate: piazza Castello come il Far West. Accade a Ciriè.

Risse e sassate

Quando cala la sera una parte di piazza Castello, in pieno centro storico,  si trasforma e diventa "preda" di bande di ragazzotti che si divertono a lanciarsi pietrate e lattine di birra. Il tutto condito da schiamazzi e musica ad alto volume. Accade esattamente nella zona delle panchine poste proprio davanti alla casa di riposo "Il Girasole".

Mandibola fratturata

Mercoledì sera, 1 settembre 2021,  l'ultimo episodio, quello più eclatante. Un diciottenne  è stato colpito con un pugno al viso da un altro ragazzotto. Sul posto è arrivata l'ambulanza che ha portato  il ferito al vicino ospedale. Qui i sanitari hanno riscontrato  la frattura di una mandibola. Verrà operato.  Indagano i carabinieri della Tenenza di Cirè per ricostruire l'accaduto.

Protesta dei residenti

"Da mesi una situazione intollerabile" lamentano i residenti "alcuni ragazzotti arrivano con cartoni di vino comprati nei supermercati e bevono sino a tarda sera. Con rifiuti di ogni genere sparsi a terra vicino alle panchine. Stessa situazione anche lungo il vicolo Ospedale, proprio vicino alla piazza. La sera servirebbero più controlli delle Forze dell'Ordine".

Zona "a rischio"

Solamente  nel mese di luglio, in corso Nazioni Unite, a poche decine di metri da piazza Castello un cinquantenne venne aggredito mentre la sera faceva ritorno a casa da un branco di ragazzotti. L'uomo, colpito a bastonate, fu costretto alle cure dei sanitari per le ferite al volto.