Cronaca
ROCCA CANAVESE

Rocca: inaugurato il Postamat. Il sindaco Alessandro Lajolo: «Manteniamo le promesse fatte ai cittadini»

Grazie all'impegno profuso da Poste Italiane, Uncem e Amministrazione comunale è stato raggiunto un importante risultato

Rocca: inaugurato il Postamat. Il sindaco Alessandro Lajolo: «Manteniamo le promesse fatte ai cittadini»
Cronaca Ciriè, 21 Ottobre 2020 ore 10:00

Rocca: inaugurato il Postamat. Il sindaco Alessandro Lajolo: «Manteniamo le promesse fatte ai cittadini»

3 foto Sfoglia la gallery

Rocca: inaugurato il Postamat. Il sindaco Alessandro Lajolo:
«Manteniamo le promesse fatte ai cittadini»

Era un taglio del nastro atteso. Un risultato che nonostante le difficoltà del periodo di vincoli, normative e lockdown è stato conseguito grazie a persone che si sono rimboccate le maniche e che, nel giro di un anno, sono riuscite a portare in paese il servizio di Postamat. Poste Italiane e Uncem (Unione Nazionale Comuni Enti Montani) sono stati i principali interlocutori con i quali l'Amministrazione comunale rocchese si è interfacciata. Al sindaco Alessandro Lajolo il compito di fare da “trade union” nelle varie fasi che hanno portato alla concretizzazione del progetto. Curato dalla giovane Erika Novello, consigliere di maggioranza. «Ho creduto fin da subito in questo progetto, sicura che al nostro paese mancava un servizio basilare dopo la chiusura di Unicredit – commenta Erika Novello - Mi sono interfacciata con Poste Italiane nel settembre dello scorso anno. Poi, nel mese di ottobre, sempre dello scorso anno, il sindaco Alessandro Lajolo ha partecipato a Roma ad un convegno organizzato da Uncem e Poste Italiane, parlando proprio della volontà di queste ultime di potenziare i servizi Postamat andando a servire sempre più Comuni, anche quelli piccoli. E' stato fatto un sopralluogo lo scorso giugno e poi la risposta affermativa da parte di Poste Italiane. Ho seguito le fasi burocratiche, mentre gli assessori Sergio Audi e Franco Balsamo hanno seguito tutta la parte tecnica. Ed oggi eccoci qui ad inaugurare il Postamat». «Abbiamo lavorato con Poste Italiane e con i suoi eccellenti professionisti – ha sottolineato il primo cittadino Alessandro Lajolo – Grazie a loro siamo riusciti a sopperire la mancanza di un importante servizio venuto a meno con la chiusura dello sportello bancario. Ricordo nel 2015 quando, in opposizione, insistemmo con l'allora maggioranza affinchè venisse lanciata una petizione chiedendo ad Unicredit di non chiudere. Fu un tentativo vano. Nel maggio del 2019 quando siamo stati eletti, abbiamo immediatamente preso contatti con Uncem e il suo presidente Marco Bussone parlando di questa situazione. Ed ora abbiamo finalmente potuto inaugurare il Postamat dove si potranno fare non solo prelievi e versamenti di denaro, ma si potranno anche pagare le bollette». All'inaugurazione erano presenti anche alcuni sindaci ed amministratori della zona. Tra i presenti, il sindaco di Fiano, Luca Casale. «Dopo oltre due anni di attesa anche nel nostro Comune, Fiano, inaugureremo il Postamat – ha sottolineato Casale – Queste installazioni sono un segno tangibile della vicinanza alla comunità fornendo servizi che, come questo, sono essenziali. Evita ai cittadini di doversi spostare in altri Comuni per compiere delle operazioni di prelievo e versamenti». «Un servizio che non va soltanto a beneficio di Rocca ma anche dei Comuni limitrofi – ha sottolineato Susanna Costa Frola, primo cittadino di Corio – Bravi a voi che siete riusciti a portare a compimento questo progetto». Anche nella vicina Barbania, presto, arriverà il Postamat. Alle parole delle autorità è seguita la benedizione del parroco don Antonello Scano. Poi il taglio del nastro, con la presenza anche dei carabinieri di Corio intervenuti alla piccola cerimonia organizzata nel rispetto delle normative Covid. Alla collocazione del Postamat è stata affiancata anche la creazione di una pedana in cemento illuminata per facilitare gli utenti. Lavoro effettuato dall'Amministrazione del sindaco Lajolo. Il Postamat è stato illuminato e c'è un sistema di videosorveglianza a garantire la sicurezza. E via Umberto I° è diventata a senso unico con l'istituzione del disco orario per il parcheggio davanti alla chiesa sconsacrata di Santa Croce. Tutto finalizzato a mettere ancora più in sicurezza la zona dove è stato installato il Postamat e a rendere più snella viabilità e sosta dei veicoli.
Roberta Vernè