Ruba escavatore e autocarro a Lessolo, arrestato

Le indagini sono ancora in corso per individuare eventuali complici.

Ruba escavatore e autocarro a Lessolo, arrestato
Cronaca Ivrea, 23 Gennaio 2020 ore 14:19

Ruba escavatore e autocarro a Lessolo ad un commerciante valdoastano, un uomo di 55 anni, disoccupato residente a Borgofranco, è stato arrestato.

Ruba escavatore e autocarro a Lessolo

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ivrea hanno arrestato la scorsa notte un cittadino italiano V.V., di anni 55, disoccupato, pregiudicato, residente a Borgofranco d’Ivrea, resosi responsabile del reato di ricettazione, in relazione al furto pluriaggravato di un autocarro ed un escavatore sottratti ad un commerciante valdostano all’interno della sede secondaria della propria azienda, a Lessolo.

I fatti

In particolare, ignoti, dopo essersi introdotti all’interno della sua ditta di noleggio e vendita di attrezzature edili, riuscivano ad impossessarsi di un Autocarro Iveco e di un nuovissimo Escavatore marca “Kobelco” (del valore di oltre 75.000€), nascondendoli all’interno di un capannone industriale, nell’attesa venisse predisposta la documentazione amministrativa per garantire il regolare trasporto dei mezzi.

Le indagini

L’immediata attività investigativa avviata dai Carabinieri della Compagnia di Ivrea, utilizzando i segnali di localizzazione installati sui mezzi asportati, ha consentito dapprima di rinvenire lungo una via secondaria di Borgofranco d’Ivrea l’autocarro per poi indirizzare le ricerche all’interno di un capannone ove era stato ben celato il mezzo meccanico.

L'arresto

Nella circostanza i militari, in ragione di elementi desunti dall’attività investigativa, avuto altresì riguardo al profilo criminoso del proprietario del capannone in disuso e avendo fondati motivi per ritenere la sua imminente fuga all’estero, procedevano al suo arresto, recuperando l’escavatore meccanico e restituendolo al legittimo proprietario.
Le indagini, sono tuttora in corso e non si esclude che il proseguo dell’attività d’indagine possa condurre alla individuazione dei complici.
L'uomo è stato portato in carcere a Ivrea, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria eporediese.