atto vile

Rubati i Tricolori: erano l'omaggio per i morti di Covid

Le bandiere erano state collocate dal Gruppo Alpini.

Rubati i Tricolori: erano l'omaggio per i morti di Covid
Cronaca Lanzo e valli, 26 Marzo 2021 ore 07:42

Rubati i Tricolori: erano l'omaggio per i morti di Covid. A Corio rubate tre le bandiere esposte per la “Giornata Nazionale delle Vittime di Covid 19".

Rubati i Tricolori

Giovedì 18 marzo 2021, come in tutti i Comuni della zona, si è provveduto a mettere la bandiera a mezz'asta davanti ai cimiteri che, a Corio, sono ben tre e ai sacrari. Alcuni soci delle Penne Nere se ne sono accorti nella giornata di venerdì 19, quando sono andati per ritirare i vessilli. Proprio in prossimità del cippo dei Caduti Senza Croce, in piazza del mercato (nella foto il Palacorio), mancava un tricolore. E un altro, nella stessa nottata, è stato sottratto da via Cavour, in prossimità al monumento che ricorda i Caduti della Grande Guerra.

La denuncia degli Alpini

Sergio Benso, referente delle Penne Nere, assume dei toni accesi: “Si tratta di un atto vile e poco rispettoso per le tante persone che, nel 2020, sono morte a causa della pandemia. Se gli serviva un tricolore potevano chiedere e glielo avremmo dato. Ma un comportamento del genere è davvero inqualificabile. Tra l'altro non è la prima volta che capita un episodio così spiacevole. Ci sono stati altri furti, oltre alla rimozione delle lettere al monumento dei caduti”.

Gesto reiterato domenica sera

Il gesto si è ripetuto, sempre vicino al Palacorio, domenica 21 marzo, quando si sono portati via un'altra bandiera, arrivando al totale di tre vessilli sottratti alle Penne Nere. Commenta il sindaco Susanna Costa Frola: “ Nel nostro paese è accaduto un fatto che ha provocato il mio sdegno e rabbia. Voglio manifestarlo a tutti. Chi ha rubato lle bandiere delle Penne Nere si è reso responsabile di un atto ignobile”. Indagano i carabinieri della Stazione di Corio.