Sanità Piemonte al terzo posto in Italia: ecco qual è la Regione più virtuosa

Da migliorare la copertura vaccinale per il morbillo.

Sanità Piemonte al terzo posto in Italia: ecco qual è la Regione più virtuosa
Torino, 02 Ottobre 2018 ore 08:58

Sanità Piemonte si conferma sul podio, al terzo posto in Italia, per la qualità delle prestazioni erogate: ecco qual è la Regione più virtuosa.

Sanità Piemonte

La sanità del Piemonte si riconferma sul podio nazionale per la qualità delle prestazioni. Il monitoraggio della Griglia Lea (Livelli essenziali di assistenza) relativa al 2016 la colloca al terzo posto, dietro Veneto e Toscana, su 33 indicatori. L’assessore regionale Antonio Saitta non ha mancato di esternare la sua soddisfazione: “E’ da qualche anno che siamo in costante conferma di crescita e qualità. E’ il riconoscimento del lavoro avviato dalla Giunta Chiamparino nel 2014, quando la sanità del Piemonte era in forte difficoltà”.

Il problema morbillo

In particolare, il Ministero ha riconosciuto al Piemonte progressi nell’assistenza ai disabili e ai malati terminali. Ma anche nella copertura vaccinale antinfluenzale per gli anziani over 65 e nella prevenzione alimentare. Da migliorare invece la copertura vaccinale contro il morbillo, “tema sul quale – precisa Saitta – abbiamo lavorato con impegno nel 2017 e quest’anno, per cui sono certo che la prossima rilevazione ci vedrà in posizioni migliori”. “La Regione Piemonte – conclude l’assessore – sa bene che ora il passo indispensabile è quello delle assunzioni in numero utile a rafforzare il sistema nel suo complesso”.

Pet therapy

Saitta ha inoltre annunciato di voler chiedere al ministro della Salute, Giulia Grillo, di avviare il percorso per inserire la pet therapy nei Livelli essenziali di assistenza: “In questo modo le terapie con gli animali diventeranno a carico del Servizio sanitario nazionale. Non è solo la grande passione degli operatori sanitari che curano i bambini e in generale tutti i pazienti a giustificare questa richiesta, ma è in particolare l’esito positivo, supportato da dati scientifici, fatto riscontrare da queste terapie”.